A+ A A-
  • Scritto da Francisco
  • Categoria: Pellegrinaggio 2015
  • Visite: 36223

Innsbruck - Vicenza

... Lottare e soffrire:
questa è l'essenza di una vita degna di essere vissuta.
Se non stai spingendo al di là della tua "zona di comfort",
se non stai chiedendo di più a te stesso
- crescendo e imparando nel cammino -
stai scegliendo un'esistenza vuota.
Ti stai negando un viaggio straordinario...

 

Innsbruck - Steinach am Brenner

Alla meravigliosa città di Innsbruck sono arrivato due giorni prima del previsto. Per questo motivo mi sono presso due giorni di "ferie". Purtroppo ieri ho avuto una brutta notizia: Entrambi genitori dal mio carissimo amico Claudio Costa sono stati ricoverati in Ospedale quindi non potrà venire a camminare... Prego per che tutti due siano a casa al più presto possibile. Invece il mio "fratello" Massimo de Tomasi ci sarà... Non vedo proprio l'ora di abbracciarlo. In questo mio lungo pellegrinaggio mi hanno raggiunto tutti due a San Quirico d'Orcia (Italia), Padova (Italia), Auch (Francia) ed in Aquisgrana (Germania). Sono stati sempre accanto a me nei veri momenti di difficoltà... Poche parole e tanti fatti... Loro due hanno una famiglia, una ditta, figli, amicizie, impegni... ma non hanno dubitato mai allora di venire a trovarmi... Ed è per questo motivo che mi considero orgoglioso della sua amicizia e ringrazio di cuore anche a Manu e Loredana, le sue moglie, la complicità e comprensione nel mio confronto. GRAZIE. Ieri sera sono andato alla Stazione di treno per trovare a Massimo. Sono arrivato quasi quaranta minuti prima. Volevo essere nel binario per godermi l'arrivo del treno, guardare come arrivava piano piano... vedere come scendeva con il suo sguardo felice i gradini del vagone, come alzava le braccia (rituale fra di noi)... Neanche una parola... Cuore contra cuore...- Il "cammino" mi ha regalato un fratello. E' stato bellissimo. Non ho potuto trattenere le lacrime. Benvenuto Massimo, fratello mio... Ho trovato un albergo "economico" dove ci hanno preparato una cena indimenticabile. Senza grandi pretensioni però piena e ricca di amore e cordialità. Sono in questi momenti quando, nel percorso della vita, ti rendi conto che le piccole cose fanno le grande cose... Questa mattina e dopo una straordinaria colazione abbiamo iniziato la nostra tappa. Uscire dal centro non è stato così facile però con il aiuto dal Gps siamo riusciti a riprendere la Via Romea. Le prime 4 ore, sempre in salita, sono stato sotto la nebbia. Ormai stiamo salendo gli Alpi... Verso le ore 13 siamo arrivati al paese di Matrei am Brenner. Una "oreta" dopo siamo arrivati a Steinach dove ci aspettava una meravigliosa sorpresa...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Steinach am Brenner - Vipiteno

Prima da ieri ero andato all'Ufficio di Turismo da Innsbruck per chiedere la possibilità di prenotare un B&B a Steinach (purtroppo non parlo tedesco) e gentilissimi avevano trovato un posto gestito da un matrimonio (Maria e Catalin) pronti per accoglierci. Arrivati all'indirizzo ci abbiamo trovato una carta attaccata alla porta in inglese che ci invitava ad andare nell'interno della sua casa pur non essendo loro, entrare in una stanza con una stella nella porta e tutto questo fra candeline e incenso... Ci avevano lasciato le porte aperte di casa sua perché si trovavano nel circo con i suoi due piccoli figli... Incredibile... Questa mattina abbiamo fatto colazione insieme a loro. In famiglia... Sono quelli momenti, quelle sensazioni, quelli fatti che saranno impossibili dimenticare nella vita... Con il cuore pieno di gioia abbiamo ripreso il nostro cammino. Ormai e dopo 14 mesi di "cammino" arriviamo in Italia... Finalmente potrò sperimentare il fatto di trovarmi quasi quasi quasi a casa... Dopo d'un paio d'ore di cammino abbiamo perso il sentiero ed sbagliato percorso... comunque non importa. Il Brennero sapiamo dov'è... quindi con l'aiuto dal nostro carissimo e necessario Gps ci l'abbiamo fatta. Arrivare insieme a Massimo mi ha dato un sensazione di pace e tranquillità che sinceramente non mi aspettavo. Quando cammino accanto suo, parecchie volte non abbiamo bisogno di parole... Sguardi complici, segni decisi, fiducia, serenità, occhi e cuori che riescono a condividere bellezza ed emozioni... Lì, proprio nel confine fra l'Austria e l'Italia c'era anche Giorgio, un caro amico pellegrino che camminerà un paio di giorni insieme a noi. Dopo delle pertinenti fotografie, abbracci ed un buon caffè abbiamo iniziato la discesa in direzione Vipiteno. E' stata tutta per una pista ciclabile che ci ha permesso di camminare con serenità. Nel paese di Vipiteno siamo stati accolti per il Don, molto bravo e gentile, che ha messo alla nostra disposizione la Canonica, dove abbiamo avuto anche la possibilità di cucinare. Finalmente sono in Italia...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Vipiteno - Bressanone

Questa notte scorsa abbiamo dormito molto bene. Dopo colazione siamo partiti con destinazione Bressanone. Sin dalla partenza il sole illuminava i nostri passi. Gran parte del percorso era attraverso una pista ciclabile quindi la difficoltà è stata minima ed a tratti anche un po' monotona. Comunque bello perché a un certo punto mi sono reso conto che camminavamo tutti tre assorti nei nostri pensieri... Arrivati alla Abbazia Agostiniana di Novacella abbiamo deciso fermarci per stuzzicare qualcosa (formaggio, patate e vino). Poco dopo abbiamo ripreso cammino ed arrivato al bel paese di Bressanone dove siamo stati accolti in maniera superba nel Seminario. Giorgio, il quale per parecchi anni insieme a sua moglie Federica hanno frequentato il paese,ha offerto la cena in un ristorante da lui conosciuto. Grazie sincere. Purtroppo oggi ho ricevuto forse la notizia più brutta nel mio pellegrinaggio. La Signora Fernanda Muraro Detto, quasi una mamma per me è mancata. Quanto dolore...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Bressanone - Barbiano

Il Seminario di Bressanone è veramente eccezionale. Onore. Neanche 500 metri dopo la nostra partenza abbiamo iniziato la salita in direzione il Monastero di Sabiona. Il freddo è sparito subito...Bella salita... Il monastero di Sabiona (in tedesco Kloster Säben) sorge su un'alta rupe che sorveglia il borgo di Chiusa in Val d'Isarco, in Alto Adige. Sabiona è la culla spirituale dell'intero Tirolo ed è stata la sede vescovile del Tirolo prima dello spostamento della stessa a Bressanone verso all'anno 1000. Straordinario luogo veramente. Arrivati al paese di Chiusa, Giorgio ha deciso tornare a casa. La tappa da oggi e quelle dei prossimi giorni sono molto esigenti fisicamente. Il collegamento con Vicenza (treno e bus) è buono. Grazie di cuore per la tua amicizia, Giorgio. Massimo e me abbiamo ripreso cammino e dopo 3 km di salita ripidissima ci abbiamo trovato in quello che potrebbe essere denominato... il Paradiso. Non ci sono parole per definire il panorama che c'era davanti ai nostri occhi... Il silenzio è diventato cammino... Siamo rimasti li seduti per un bel po assorti nei nostri pensieri, in silenzio... Arrivati nel paese di Barbiano (molto curiosa la torre della sua Chiesa) e dopo chiedere in parecchi posti accoglienza siamo stati accolti in un B&B ottimo. Dopo di andare al supermercato abbiamo deciso di mangiare nella nostra stanza. Bisogna aggiustare il preventivo... Sono felice di essere qui.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Barbiano - Bolzano

Questa mattina e dopo una abbondante colazione abbiamo ripreso cammino. Appena partiti il freddo era bestiale. Sono stato costretto a mettermi i guanti...Percorrendo Il sentiero del Castagno (un po più basso che quello della Via Romea) siamo stati in grado di capire quanto bella è Madre Natura. Abbiamo rimasti senza parole. La giornata è passata velocissima. Ogni svolta dal cammino si offriva un regalo... Il passo dopo passo è diventato armonico ... Il percorso, praticamente tutto sterrato ci ha permesso di conoscere piccole frazione, cascate, vallate, montagne... e tutto sotto un sole fantastico capace di scaldare anche l'anima. A un certo punto abbiamo deciso di fermarsi per fare un "bocon"... Pane, formaggio grana e sopressa... Hummmmm che buono, mamma mamma... Resterà per sempre nella mia memoria una delle discese più ripide mai fatte nella periferia di Bolzano ... Arrivati in centro siamo andati all'Ufficio di Turismo per capire dove dormire in maniera economica. Purtroppo i prezzi solo altissimi (il Natale e molto vicino)... comunque siamo stato in grado di trovare un B&B molto carino accanto una pizzeria fantastica...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Bolzano - Salorno

Ieri sera a cena Massimo e me abbiamo deciso che dopo cinque dure giornate di montagna la giornata da oggi verrebbe percorsa per la pista ciclabile. Ormai siamo tosti ma neanche ventenni... Abbiamo bisogno di rilasciare muscolatura ... Il freddo questa mattina è stato veramente protagonista. Le prime 3 ore sono state veloci... Bisognava scaldarsi... Fatalità, in un kiosko dove un bravo ragazzo vendeva della frutta ci ha informato che la sua nonna gestiva un Hotel con prezzi ottimi a Salorno... Abbiamo prenotato subito... Comunque il regalo più bello stava ancora per arrivare... Claudio Guglielmi, amico di cuore, pellegrino per sempre anche lui, ci ha raggiunto partendo da San Pietro Valdastico per condividere cena con noi... Che bella sorpresa... L'ultima volta che l'avevo trovato era stato a Sutri quando insieme ad altri 7 amici eravamo arrivati insieme a Roma per l'Apertura della Porta Santa. Ancora mi viene la pelle d'oca...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Salorno - Trento

Questa mattina siamo partiti presto in direzione Trento. Siamo tranquilli per quanto riguarda a dormire. Ieri abbiamo avuto la fortuna di trovare e parlare telefonicamente con Don Tiziano, direttore dal Seminario di Trento, che ci ha dato tutte le facilità per essere accolti da loro. Oggi è stata una tappa piena di belli incontri. Magica direi... Dopo 4 ore di cammino abbiamo deciso di fermarci a bere un caffè in un bar/pasticceria ... La ragazza che ci ha servito, gentilissima, una volta ha capito che siamo in pellegrinaggio, ci ha regalato oltre alla sua gentilezza ed amore, due pastine augurandoci un buon cammino. Ancora stavamo parlando di quanto carino era stato l'incontro, un'altra ragazza, arrivata da dietro di noi in bicicletta, vedendo la nostra conchiglia sui nostri zaini, si è fermata e chiesto direttamente cosa avevamo bisogno. Lei, trentina d'origine e pellegrina anche a Santiago, ci ha fatto emozionare. So cosa significa essere "in cammino" ha detto... Arrivati al Seminario siamo stati accolti per in segreteria per Giovan Battista. Grande uomo in tutti i sensi. Una volta sistemati nella stanza abbiamo capito che i nostri abiti chiedono pietà... quindi la ricerca di una lavanderia è diventata priorità... Anche a Trento abbiamo deciso di andare al supermercato per comprare la cena. Ormai sapiamo quanto poco abbiamo bisogno per condividere una buona cena ed essere felici...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Trento - Baselga di Pinè

Oggi è 3 di dicembre, San Francesco Saverio. Ieri sera, impegnati in cercare una lavanderia, andare al supermercato, preparare le prossime tappe e riposarci un po non siamo stato in grado di fare un "giretto" nella bella e storica città di Trento. Questa mattina ci abbiamo svegliato molto presto ed andato alla Cattedrale (lodi e Messa). Lì il Don è stato gentilissimo e ci ha regalato un segnalibri ed il sigillo in bronzo della Cattedrale di San Vigilio. Dopo valutare distanze e tempistiche con Massimo abbiamo deciso di percorrere "Il Cammino delle Apparizioni". Cioè un "cammino" che permette collegare Trento con Vicenza... La Cattedrale di San Vigilio con il Santuario della Madonna di Monte Berico... attraversando Pergine, Caldonazzo, San Pietro Valdastico, Cogollo dal Cengio, Thiene...) La impresa non è stata facile comunque. Secondo me abbiamo peccato di prepotenza... Sembrava facile arrivare ma... bisognava "camminare"... bisognava "pedalare"... Dopo comprare una pane di noce ottimo e bere un buon caffè è iniziata una lunga salita che ci ha portato a Civizzano... da lì lunga discesa fino a Pergine. Da lì è iniziata un'altra ripidissima salita fino al paese di Montagnaga. Purtroppo il prete di Montagnaga non ci ha voluto accogliere quindi siamo stati costretti ad "uscire" un po del percorso ed arrivare al paese di Baselga di Pinè dove abbiamo trovato una ottima sistemazione. Oggi è giornata di festa. Si aggiungono al "cammino" Stefano Aleardi (altro fratello per me) e Lorenzo Basso, entrambi pellegrini anche a Roma e Santiago de Compostela.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Baselga de Pinè - Caldonazzo

Ieri sera dopo arrivare a Baselga di Pinè abbiamo lasciato i nostri zaini, fatto una meritata doccia ed andato a prendere a Stefano e Lorenzo (arrivavano in pullman). Che bel momento di rincontro. Non ci trovavamo sin dal nostro arrivo a Roma per l'apertura della Porta Santa (8 settembre'16 a Roma). Il mio legame personale con Stefano Aleardi è molto forte. Lui, insieme a Massimo, Claudio Costa e Claudio Guglielmi sono stati i miei pilastri in tutti i sensi. I contatti sono stati quasi giornalieri e mai mi sono trovato da solo, anzi... Nella cena ci abbiamo aggiornato un po di come sta andando il nostro pellegrinaggio e chiarito le prossime tappe. Alle ore 8 di mattina eravamo pronti per colazione e mezza ora siamo partiti. Arrivati al Santuario di Pinè purtroppo era chiuso... Da lì dopo una "oreta" e mezza siamo arrivati a Pergine e siamo andati all'Ufficio d'informazione dove ci hanno consigliato un albergo economico a Caldonazzo, punto finale dalla tappa da oggi. Davanti abbiamo trovato un supermercato. Pane, formaggio, sopressa e patatine fritte. Menù fantastico. Il posto ci lo ha offerto "il cammino". Una tavola di legno con il lago di Caldonazzo come sfondo è stato il vero regalo. Verso le ore 16 siamo andati tutti 4 alla stazione di treno di Caldonazzo. Oggi, finalmente, ci raggiunge Claudio Costa. L'altro fratello. Così possiamo dire finalmente che siamo tutti. Che meraviglia di posto, che meraviglia di amici, che meraviglia di pellegrinaggio...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Caldonazzo - San Pietro Valdastico

L'albergo la Torre a Caldonazzo merita un 10 e lode. Veramente speciale sia l'accoglienza, la disponibilità ed anche la cucina. Un posto ottimo. Tornerò di sicuro. Oggi la tappa è stata eccezionale. Siamo partito prestino con la intenzione di scavalcare Monte Rovere al più presto possibile. Il percorso era segnato dal CAI. Sono state due ore di ascensione fantastiche. Ogni tanto bisognava fermarsi e guardare gli imponenti paesaggi che la Natura ci offriva continuamente... Arrivati nella cima e iniziata una piccola discesa fino alla frazione di Massetti. In una giornata primaverile ci abbiamo fermato per stuzzicare un po nella piazzetta principale del paese. Dopo, una discesa molto ripida e pronunciata fino al paese di San Pietro di Valdastico dove siamo stati ospiti a casa sua dal nostro carissimo amico Claudio Guglielmi. Personalmente ho fatto un po di fatica ad arrivare in basso perché ormai le mie scarpe sono così consumate che non hanno "grip". Sembravo una tavola di surf... Non dimenticherò mai l'accoglienza ricevuta. Claudio a messo alla nostra disposizione tutto quanto avevamo bisogno. Casa sua è diventata casa nostra.Ed anche abbiamo avuto il piacere di ritrovarci con Beppe ed Orfeo (Cogollo del Cengio), anche pellegrini loro. Due persone straordinarie. Tutti insieme a tavola per cena è stato il punto i finale a una giornata indimenticabile.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

San Pietro Valdastico - Cogollo del Cengio

La tappa da oggi è stata piccola per quanto riguarda ai km ma spettacolare in contenuti. Purtroppo ieri sera Claudia, moglie di Claudio, ha avuto un incidente domestico ed è stata costretta ad andare all'ospedale. Auguriamo una veloce guarigione. Dopo colazione abbiamo ripreso cammino. dopo un paio d'ore di cammino si hanno raggiunto Orfeo e Beppe. Con loro il cammino è diventato molto carino perché come grandi conoscitori del territorio ci hanno dato tanta informazione sui luoghi che attraversavamo. Che grande persone... Tutto il racconto è stato fatto dal cuore. Guardavo i suoi occhi quando ci spiegavano delle cose ed era tutto passione, tutto amore alla sua terra, alla sua storia, alla sua idiosincrasia... Onore. Arrivati a Cogollo del Cengio siamo stati ospiti a pranzo nella casa di Orfeo dove sua moglie Ottorina ci ha preparato dei piatti buonissimi. Dopo pranzo ci hanno portato al Monte Cengio ed abbiamo visitato gallerie, postazioni militari, trincee... Mi ha colpito tantissimo il fatto di sapere che nel 1916 (Prima Guerra) il riparto di Granatieri di Sardegna (fra altri) in 5 giorni persero fra morti, feriti e dispersi più di 10.000 uomini... Che assurdo... Pazzesca la guerra... Troppe famiglie distrutte... Quanto dolore, mio Dio... Per finire la tappa siamo stati accolti delle Suore nel Monastero della Resurrezione. Lì ci hanno accolto in maniera premurosa. Giornata da 10.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Cogollo del Cengio - Thiene

La tappa da oggi è stata vissuta"in famiglia". La notizia che ci ha lasciato molto tranquilli è quella che Claudia dopo il suo incidente domestico sta bene. Ha sofferto purtroppo qualche scottatura con il acqua bollente in faccia comunque in pochi giorni, Dio volendo, sarà guarita. Claudio Guglielmi è Sindaco del Comune di Valdastico ... comunque nato a Thiene. Per lui era molto importante essere accolti delle autorità dal suo comune quindi ha organizzato un incontro con il Sindaco Gianni Cassarotto che ci ha accolto un maniera carina e gentile. Per sorpresa da tutti noi, Claudio ha chiamato suoi suoceri e siamo stati ospiti a pranzo da loro. Che bella famiglia... Finito il pranzo siamo andati al Santuario della Madonna dall'Olmo, dove i frati Cappuccini ci aspettavano. Gentilissimi e disponibili anche loro. Verso le ore 18'30 e dopo un piccolo riposino siamo andati al Dom per assistere alla Messa. E per finire, ancora un'altra volta siamo stati invitati a cena a casa di Claudia e Claudio. Quanta gioia... Domani, si arriva a Vicenza...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Thiene - Vicenza

Oggi 8 dicembre 2016 finisce il mio pellegrinaggio. Quindici mesi in cammino... Non posso chiedere di più alla vita. Ho avuto la fortuna di attraversare 10 nazioni diverse, camminare più di 13.000 km, percorrere luoghi mai sognati, conoscere i luoghi più importanti per i pellegrini cristiani sin dal Medioevo in Europa, creare nuovi legami con delle persone meravigliose, avere degli incontri che segneranno per sempre il mio passo dopo passo, avuto la fortuna che alla mia famiglia non è mancata mai la salute, rafforzato la mia Fede... Un regalo dopo l'altro... Sin dalla partenza questa mattina da Thiene parecchi amici hanno voluto camminare gli ultimi kilometri insieme. Una unica parola mi basta per esprimere le mie emozioni: GRAZIE. La mia/nostra prima intenzione era finire nella Basilica de Monte Berico. Ma il nostro amico Mariano Bortolon si trova nell' Ospedalle di Vicenza lottando contra l'avversità. Sarà lì dove lasceremo per ultima voltai nostri zaini prima di tornare a casa. Vista la difficoltà di entrare nel reparto saremo Massimo, Claudio ed io, in rappresentanza di tutti i pellegrini, quelli che abbracceremo Mariano. Buon cammino a tutti. Francisco Sancho. Pellegrino per sempre.

 

 

  • Scritto da Francisco
  • Categoria: Pellegrinaggio 2015
  • Visite: 36552

Würzburg - Innsbruck

… Senza fede è colui che dice addio
quando la strada si fa buia...

 

Würzburg – Hopferstadt

Bella la città di Würzburg. Signorile direi. Mi sono trovato veramente bene ed anche ho potuto fare il bucato, aggiornare il mio sito, scaricare fotografie sul Dropbox, rispondere mails e telefonate perse… Questa mattina sono partito verso le ore 8. Le prime 4 ore fino al paese di Ochsenfurt sono state per una pista ciclabile accanto al fiume. Il percorso è stato carino perché ho avuto la possibilità di visitare qualche Chiesa in onore a San Giacomo. Mi sono goduto il tempo di preghiera, di riflessione, di armonia, di pace… Ogni tanto avevo il bisogno di mettermi la “cappelina” perché ormai il tempo cambia di continuo. Per dire la verità è un po’ impegnativo ma… Gli ultimi 9 km della tappa ho camminato per una vecchia via di treno abilitata ad oggi per pedoni e ciclisti in lieve salita. Sono stato accolto in un “albergo di pellegrini” molto curato per la Parrocchia. Gli ultimi pellegrini passati sono stati un matrimonio tedesco 3 settimane fa… Vivono a Würzburg (28 km)…

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Hopferstadt – Rothenburg

Ho dormito perfettamente. Mamma mia che pace, che tranquillità… Neanche un rumore. Incredibile. Appena svegliato mi sono reso conto che la luce del giorno non era così normale… Ha nevicatooooo… È tutto bianco, bellissimo… Dopo colazione ho ripreso cammino. Che freddo, mio Dio… ed anche il cammino è diventato molto pericoloso… Scivolare e molto facile quindi bisogna stare molto attento… Il freddo torna ad essere protagonista… Arrivare al prezioso paese di Rothenburg è stata una impresa. Lunga tappa camminando nel “nulla”… Campi e campi, vento freddissimo…Però è valsa la pena… Senza parole… Che bel posto… Appena arrivato sono andato all’Ufficio di Turismo e lì mi hanno trovato una pensione “economica”… Niente a dire… I 35€ pagati (B&B) meritavano… Onore. Sig.ra Bettina, grazie di cuore per la sua accoglienza ed ospitalità. La colazione, fra le 3 migliori di questo pellegrinaggio. Chapeau.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Rothenburg – Schillingsfürst

Dopo colazione ho visitato ancora un’altra volta il paese. Prezioso. La Chiesa di San Giacomo fa onore. Sotto la pioggia è dopo 2 ore di giri ho ripreso cammino. Rothenburg è uno di quelli posti che non vorresti andare via mai.. Spettacolare. Ed è giustamente a Rothenburg da dove partono due cammini di pellegrinaggio: Uno verso Santiago de Compostela ed un altro in direzione Roma (Via Romea). È questo verso Roma il mio cammino. Fra 15 giorni più o meno arriverò a Innsbruck (Austria) e da lì in due giorni, Dio volendo, arriverò al Brennero, confine con l’Italia. Non vedo proprio l’ora… Lì mi aspettano Massimo de Tomasi e Claudio Costa, due fratelli per me, ed insieme arriveremo a Vicenza per l’8 dicembre… Che emozione… Oggi il tempo è stato veramente brutto. Pioggia intensa… quasi temporale. Valutando le possibilità di accoglienza ho deciso fermarmi tan solo 18 km dopo, nel Paese di Schillingsfürst. Ho avuto il bisogno di pagare una fortuna per una stanza ma la possibilità di accoglienza era quella… Capita ogni tanto di trovare gente senza scrupoli…

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Schillingsfürst – Dinkelsbühl

Tanti tanti auguri, Stefanooooo… Tanti tanti auguri, Aleeeeeee… Oggi è 11 novembre. Due persone importantissime nella mia vita compiono anni… Stefano Aleardi ed Alessandro Zausa… Penso a loro e mi viene un sorriso sereno… Vi voglio tanto bene, ragazzi. Per contra la tappa da oggi è stata da lupi. Ho camminato quasi 7 ore sotto una nevicata potente. Il percorso non era difficile (un altipiano) però il vento è la neve mi hanno messo a prova. Avevo dubbi sui miei abiti per affrontare climatologia avversa... Fra poco devo attraversare gli Alpi… I dubbi sono spariti. Sono pronto e preparato per andare avanti. Le condizioni climatiche da oggi non mi hanno permesso grandi cose… Neanche fare delle fotografie… Mi auguro che da oggi in avanti non sia sempre così. Arrivato a Dinkelsbühl e dopo di andare all’Ufficio di Turismo, la ragazza è stata gentilissima. Ha provato a trovare un posto economico ma purtroppo camminare da solo è caro… Comunque è riuscita ha trovare accoglienza in un posto simile a un ostello di gioventù. Ottimo finale per una tappa molto impegnativa...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Dinkelsbühl - Nördlingen

Questa mattina dopo colazione ho visitato e scattato tantissime fotografie nella città di Nördlingen. È una preziosa città medievale superstite alla II Guerra Mondiale. Circondata per una grande mura e tante torri … In centro la spettacolare Chiesa di San Giorgio… Purtroppo apre alle ore 11. Troppo tardi per me. Ormai le giornate hanno luce e bisogna partire presto per arrivare prima de le 16’40 a destinazione. Oggi la neve non è apparso pero il freddo è brutale. La tappa è stata tutta fra grandi estensioni di coltivazione ed ogni tanto qualche bosco. Appena arrivato a Nördlingen sono andato all’Ufficio Turistico ma era chiuso. Mi sono reso conto che purtroppo la conosciuta come “Via Romea” non dispone di una buona rete di alloggio per pellegrini…

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Nördlingen - Donauwörth

Oggi è domenica… ed anche il compleanno della mia mamma… 13 novembre...Tanti auguri, mamma… Quanto mi piacerebbe essere accanto tuo, prenderti delle mani, guardarti agli occhi e dirti che oltre alla mia fortuna di avere una mamma così brava… quanto ti voglio bene. Sin da prima ora della mattina ho ricevuto tanti messaggi dei amici. Che bella cosa… Dodo colazione ho ripreso cammino. Credo che mai aveva sperimentato una sensazione di freddo così continua come questi giorni. È incredibile. Le mani fanno proprio male. Il primo tratto della tappa da oggi è trascorso in un altipiano. Li mi sono fermato un paio di volte per mettermi della crema in faccia. Soffia un vento glaciale. Arrivato al Monastero di Santa Maria, nella sua cappella, mi sono presso il tempo per pregare… Il posto è fantastico. Forse troppo barocco per i miei gusti ma niente a dire, per carità… Dopo 1 ora e mezza di cammino sono arrivato a Harburg. Il suo Castello è impressionante. Si vede da qualche kilometri prima. In una pasticceria sotto il castello ho bevuto un buon caffè…e da lì ho percorso l’ultimo tratto finale per una pista ciclabile fino alla città di Donauwörth dove ho trovato posto nel ostello di gioventù. Sono arrivato quasi al buio però ha meritato… Pace ed armonia in una domenica meravigliosa…

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Donauwörth – Augsburg

Questa notte scorsa ho dormito perfetto. Il ragazzo che gestisce l’Ostello di Gioventù è stato molto caro e mi ha proposto una stanza per me da solo. Sono stato in grado di fare bucato, asciugare, caricare batterie dal GPS, camera de foto, tablet… Dopo colazione sono partito con destinazione la città di Ausburg. La mattina è stata molto fredda comunque ottima per camminare. Invece nel pomeriggio, l’arrivo a una grande città comporta sempre periferia brutta (capannoni, asfalto, grande strade…) La tappa è stata lunga anche oggi è sono arrivato con il buio. Ancora un’altra volta ho trovato posto per dormire in un Ostello di Gioventù. Ormai ho capito che sono i più economici ... e con una colazione inclusa ottima...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Augsburg – Kaufering

Questa notte scorsa ho dormito perfetto. Il ragazzo che gestisce l’Ostello di Gioventù è stato molto caro e mi ha proposto una stanza per me da solo. Sono stato in grado di fare bucato, asciugare, caricare batterie dal GPS, camera de foto, tablet… Dopo colazione sono partito con destinazione la città di Ausburg. La mattina è stata molto fredda comunque ottima per camminare. Invece nel pomeriggio, l’arrivo a una grande città comporta sempre periferia brutta (capannoni, asfalto, grande strade…) La tappa è stata lunga anche oggi è sono arrivato con il buio. Ancora un’altra volta ho trovato posto per dormire in un Ostello di Gioventù. Ormai ho capito che sono i più economici ... e con una colazione inclusa ottima... ho ripreso cammino verso le ore 8 della mattina. Ausburg è una grande città, la seconda più “vecchia” della Germania però ho avuto la sensazione di trovarla al mio parere un po’ trascurata… Uscire è stato anche abbastanza noioso (periferia industriale) Oggi ho trovato un negozio di cinesi che mi hanno tagliato i capelli per 6 euro… Incredibile… La seconda parte della tappa è stata carina dopo tanto asfalto. Mi sono trovato in metà di tanti campi. Lì ho ritrovato la pace, la serenità... ho tornato a sentire il vento nelle mie guance, il freddo… Purtroppo le ultime due ore ha piovuto intensamente. Arrivato al paeseto di Kaufering ho capito che le proposte di accoglienza erano molto scarse. Finalmente mi sono deciso di andare ad un umile albergo chiamato Rid. Sono stati molto gentili e mi hanno fatto una piccola agevolazione nel prezzo…

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Kaufering – Hohenfurch

Questa mattina verso le ore 07’30 ho fatto colazione. Si non sbaglio è stata la migliore è più abbondante di tutto il mio pellegrinaggio… Buonissima. Oggi è stata una tappa meravigliosa. Appena partito e dopo una ora di cammino mi sono trovato in mezzo ad un parco naturalistico dove caprioli, scoiattoli e conigli sono stato protagonisti tutta la mattina. Ho camminato per piste sterrate con un grande lago alla mia sinistra. Ogni tanto mi sono fermato per contemplare quanto bello era tutto… Che meraviglia il Creato… Verso le 11 ha iniziato ancora un’altra volta la pioggia… e verso le ore 13 si ha trasformato in temporale. Gli ultimi kilometri fino al paeseto di Hohenfurch sono stati duri… ma come sempre, la Provvidenza mi ha dato un colpo di mano… Bagnato e con tanto freddo sono stato accolto in un B&B per Heidi i suo marito, un ragazzo di origini della Sri Lanka. Appena arrivato mi hanno guardato con occhi di incredulità… Come è possibile che tu cammini sotto questo temporale mi hanno chiesto… Gentilissimi mi hanno procurato una stanza molto confortevole e preparato una cena deliziosa… Molto stanco sono andato a letto presto. Pur essendo una dura giornata sono molto felice e contento di tutto quello visto e vissuto.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Hohenfurch – Peiting

È tornata la pioggia. Ormai quasi tutti i giorni piove. Siamo in autunno ma la mia sensazione è di essere in inverno. Oggi mi sono alzato molto stanco. Ho dormito parecchio però ormai i kilometri percorsi in questi mesi mi pesano. Ho fatto colazione insieme ai proprietari. Il ragazzo della Sri Lanka si è mostrato come una persona dolce e sensibile. Mi ha raccontato la sua vita, quanto li manca la sua terra… e quanto vuole bene alla sua moglie… Dopo un emotivo “ciao” mi sono messo nuovamente in cammino, sotto la pioggia. Dopo un paio di ore sono arrivato alla città di Schongau. Lì mi sono fermato a visitare il suo centro medievale. Bello. Fatalità, ho ricevuto la telefonata dal mio “fratello” Massimo. Si trova con la mamma perché purtroppo è caduta per terra e si ha fatto male. Quindi ho deciso fermarmi nella Chiesa e dopo le mie preghiere ho acceso una candelina per la signora Mariuccia. Verso le ore 14 sono arrivato al paese di Peiting… Una signora gentilissima mi ha fermato un attimo al vedere la mia conchiglia nel zaino. Anche lei è pellegrina a Santiago. Mi ha invitato a caffè. Dopo lo ho chiesto si conosceva qualche posto economico per dormire e molto gentile mi ha accompagnato a un B&B. Per oggi va bene così.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Peiting – Bad Bayersoien

Ho dormito perfettamente oggi. Quasi 12 ore. Dopo colazione sono andato all’Ufficio di Turismo. Bisogno scaricare le traccie della Via Romea per il mio GPS. Ormai sono molto vicino al confine con Austria… Che bello… Per una parte ogni giorno sono più vicino a casa e quello mi fa felice… Per un’altra parte il “sogno” sta arrivando alla fine… ma anche quello mi fa sentire bene. Ho avuto la fortuna, la possibilità di convertire il mio sogno in realtà… Mi sento sereno e fiducioso… Non dimenticherò mai questa esperienza… La ragazza dell’ufficio di Turismo si è mostrata dolce e gentile. Una volta finito il lavoro di scaricare il necessario, ho iniziato la tappa. Oggi non ha piovuto e quello è un regalo. Arrivato a Rottenbuch mi sono fermato a prendere caffè. Torno a restare senza parole davanti al Creato. Quanta bellezza ovunque. Ormai !e montagne hanno dei colori fantastici. Credo che mi sono innamorato della Vita… A Bad Bayersoien ho deciso fermarmi a dormire. Luogo piccolino e lontano di tutto che mi permette essere rilassato.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Bad Bayersoien – Garmisch Partenkirchen

Ieri sera, appena arrivato al paeseto di Bad Bayersoien sono andato direttamente all’Ufficio di Turismo e lì ho conosciuto ad una brava donna che mi ha aiutato a trovare un B&B economico. Nella sera, prima di andare a letto, ho guardato quanti kilometri restano fino a Innsbruck (meno di 100). Sarà li dove mi raggiungeranno Massimo di Tomasi e Claudio Costa, i miei “fratelli”. Loro due, in questo lungo pellegrinaggio, sono stato sempre accanto mio. In tutti i sensi. Mi hanno venuto a trovare a Padova i San Quirico d'Orcia in Italia, in Auch (Francia),ed in Aachen (Germania). Praticamente tutti i giorni siamo stati in contatto telefonico quindi non vedo proprio l’ora di arrivare a Innsbruck. La tappa da oggi è stata lunga e dura ma è valsa la pena. La pioggia ed il vento sono stati presenti tutto il giorno. Arrivare alla Basilica di Ettal è stata una meraviglia. Costruita nel 1330 mi ha lasciato con la boca aperta. La discesa finale fino a Garmish è stata pericolosa perché il terreno scivolava tantissimo. Arrivato ho trovato un buon posto per dormire ed anche economico. Resterò 2 giorni.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Garmish Partenkirchen – Mittenwald

Mi ha piaciuto molto la città di Garmish. Ho riposato tantissimo ed oggi ho ripreso cammino molto felice. Ormai resta pochissimo per arrivare al confine con l’Austria. La giornata è stata meravigliosa. Il sole mi ha accompagnato per tutto il giorno. I primi 12 km sono stato in una leggera salita. Dopo, ho camminato in un altipiano fantastico. Ho avuto il bisogno di fermarmi continuamente per scattare delle fotografie e contemplare il Creato. Credo che ho assistito a una delle tappe più belle in Germania. Meraviglia. Mi sono sentito parte dal tutto. Comunione assoluta. La tappa purtroppo è finita nel prezioso paese di Mittenwald. Domani arrivo in Austria.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Mittenwald – Seefeld in Tirol

Questa notte scorsa ho dormito poco. È stata una bufera enorme. Lampi e vento sono stati protagonisti. Il paese di Mittenwald è u a gioia. Quasi tutte sono affrescate e la Chiesa di San Pietro e Paolo anche !ei totalmente affrescata è spettacolare. Dopo una abbondante colazione ho ripreso cammino. 10 km dopo sono arrivato al confine con l’Austria. Lì mi sono fermato e seduto sotto un albero. Ho pianto. Sono tantissime cose che mi vengono alla testa. Il mio pellegrinaggio sta arrivando alla fine… Da lì fino a Seefeld mi sono goduto una tappa fra boschi di pini fantastica. La mia testa è un po’ in conflitto. Per una parte vuole arrivare a casa… ma per un’altra non voglio che finisca la esperienza più bella della mia vita…

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Seefeld in Tirol – Innsbruck

Eccome pronto per partire in direzione a Innsbruck. Oggi il mio cuore batte fortissimo. Sono molto vicino a Innsbruck, luogo di ritrovo con Massimo e Claudio. Da lì, in due giorni è con l’aiuto dal nostro Signore, attraversando gli Alpi arriveremo alla Italia… Dopo colazione ed un grande abbraccio con la Signora Ingrid ho ripreso cammino. Oggi la tappa è stata tutta in difesa. Si scendeva da 1220 metri a 550 metri. Mi sono goduto il passo dopo passo. Oggi i miei occhi soltanto vedevano e trovavano belle a ovunque. Forse era il mio cuore quello che guardava… Boschi, animali, piccolissimi paeseti, sole… Per tutta la giornata ho guardato in alto e ringraziato al Signore… Sono felice e non vedo l’ora di ritrovare ed abbracciare i miei “fratelli”…

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

  • Scritto da Francisco
  • Categoria: Pellegrinaggio 2015
  • Visite: 37213

Preetz - Hogengandhern

Il miracolo non è quello di camminare sulle acque,
ma di camminare sulla terra verde nel momento presente,
ed apprezzare la bellezza e la pace che sono disponibili ora.

 

Preetz – Plön

Questa notte scorsa è stata molto movimentata. Grande temporale… Infatti questa mattina sono partito con la pioggia… Fa freddo ed il terreno è diventato molto morbido… Come percorso è stato molto bello. Comunque oggi ho deciso di fare tappa piccola. Plön mi ha sembrato sin dal mio arrivo un posto bello e carino. Attraverso l’ufficio di Turismo mi hanno proposto una pensione nella periferia che è risultata una scelta ottima. Ho avuto il tempo per aggiornare il mio sito, fare il bucato, andare al supermercato… Mi sono trovato così bene (il proprietario è proprio un angelo) che mi sono fermato 2 giorni.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Plön – Arnesboken

Sono felice e sereno. Veramente sono stato due giorni che ho potuto aggiornare parecchie cose… Perbene o purtroppo quando sei così tanto tempo “in cammino” tutto passa ad essere secondario… Se il bucato non si fa oggi, si fa domani… Se oggi non si mangia caldo, domani andrà meglio… Se oggi non c’è collegamento Internet, domani avrò più cose a raccontare… È così come io vivo il mio giorno a giorno… Oggi la tappa è stata tutta fra campi… Il vento soffiava però senza esagerare, giusto per sentire in faccia la vita, la natura… Tutto sembrava andare piano… Infatti mi sono tuffato nel proprio ritmo della Natura… Impagabile.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Arnesboken – Lübeck

Ieri, arrivato al paeseto di Arnesboken, sono stato costretto a dormire nell’unico posto disponibile. Un luogo al mio viso caro… e senza colazione. Questa mattina sono partito verso le ore 9. Ho avuto una telefonata molto bella con il mio caro amico Giorgio Zanini… Lui è arrivato dopo un mese di cammino … a Santiago de Compostela. Bravo. La giornata è stata bellissima. C’era una luce incredibile… Arrivare a Lübeck è stata una meraviglia… Straordinaria città, tenuta molto bene… Sono stato accolto nella Chiesa di San Giacomo… Lì c’è uno dei pochi posti che ho avuto la fortuna di conoscere in Germania dove il pellegrino viene accolto con amore… Lì c’era Marina, una fantastica donna portoghese… tutto tenerezza…

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Lübeck – Ratzeburg

A Lübeck sono stato fermo due giorni. È una città che veramente merita il tutto. La Chiesa di Santa Maria, quella di San Giacomo, il Dom, il suo centro storico… Lega Anseatica… Marina è stata incredibile. Sempre attenta, simpatica, un cielo… Purtroppo Susana, sorella dal mio amico Josè Luis, ci ha lasciato… In questo momento di dolore provo ad essere vicino a loro nella sua sofferenza… È un momento terribile.… ma credo che il Nostro Signore sarà contento di ricevere un angelo… come era lei... Sono partito verso le ore 9. I primi kilometri sono stato un po’ caotici… Stanno lavorando per sistemare 2 ponti quindi il fiume è stato deviato … e il “cammino” è sotto acqua… Il percorso è giustamente nella riva… Quando mi sono reso conto era troppo tardi… Ho camminato per quasi 2 km con l’acqua per sopra della caviglia… È vero che poteva tornare indietro ma 7 km … Ratzeburg è uno di quelli paesi che si vedono in cartolina. Bello, bello, bello.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Ratzeburg – Mölln

Ieri, nell’Ostello di Gioventù, mi sono trovato ancora un’altra volta con una scuola in gita… Mamma mia che confusione… Anche giusto dire che arrivate le ore 21 il silenzio è arrivato. Questa mattina mi sono svegliato molto presto (verso le 5) Ho approfittato per aggiornare un po’ il mio sito ed alle ore 7 ero pronto nella sala pranzo per colazione… Ho mangiato con fame… La tappa fino Mölln, una meraviglia… C’è un percorso molto bello che parte accanto il lago e piano piano si addentra nei boschi…Peccato che ancora una volta la pioggia è stata protagonista. Arrivato a Mölln sono andato a dormire in una pensione, anche cara al mio viso qualità/prezzo… ma purtroppo non ci sono delle alternative… Germania, in pellegrinaggio è da solo, è molto cara… Neanche siamo in state per fare un “vivaco”… Pazienza...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Mölln – Büchen

Ancora oggi iniziato la giornata sotto la pioggia. Ed il vento è stato protagonista… Per me sono le peggiori condizioni climatiche per camminare… La tappa, il percorso, non è stato oggi così bello… Infatti non vedevo proprio l’ora di arrivare a Büchen per andare a letto. Mi trovo con la febbre e stanco… Una giornata un po’ per dimenticare… Sicuro che domani andrà meglio…

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Büchen - Lauenburg

Ho dormito come un bambino. Ieri (sabato) ero arrivato a Büchen e trovato tantissima animazione nelle strade… Celebravano la Oktoberfest… Partito verso le ore 8’30 i primi 14 km sono stati sotto una fina pioggia… Oggi è domenica e sembra che tutto va piano… Non si vedono neanche dei gatti… Deserto assoluto. La seconda parte della tappa è andata meglio. Il sole è apparso per qualche ora… Waow che bella sorpresa… dopo tutti questi giorni di “buio”… Ho provato a dormire nel Ostello di Gioventù ma mi chiedono 38€… Ho ringraziato ma sono partito alla ricerca di un posto più economico. Non è possibile per la mia economia pagare così tanto… Ho trovato a 3 km del centro del paese un mini appartamento per 21€… C’erano 3 stanze private e dopo il resto comunitario (doccia, bagno, cucina, sala pranzo...) Ero da solo quindi ho avuto tutto l’appartamento per me.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Lauenburg – Lüneburg

Va bene. Ho capito che è arrivato l’autunno. La mancanza di sole, la pioggia ed il vento mettono a prova ogni giorno la mia capacità psicologica…Partire sempre con delle condizioni climatiche avverse non è il massimo. La tappa da oggi è stata fredda. 31 km camminando accanto al fiume Elba oppure attraversando campi di cereali … E così morbido il terreno dopo tanta pioggia che ho paura ad avere nuovamente problemi sul mio ginocchio sinistro… ormai guarito… Ma senza dubbio il premio è stato arrivare alla bella e carina città di Lüneburg. Che bella. Un regalo. Mi ha piaciuto molto.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Lüneburg – Bienenbüttel

Lüneburg è una città molto cara. Storicamente è conosciuta per conformare parte della Lega Anseatica, per avere mine di sale che una volta lavorata era portata attraverso canali e fiumi fino al porto di Kiel e di là distribuite per tutto il mondo nel Medioevo (era stata un città molto ricca)… e per essere il luogo dove Johann Sebastian Bach imparò a comporre e suonare l’organo della mano dal suo zio. Dopo visitare tutto il mattino la città ho ripreso cammino verso Bienenbüttel. È stata una tappa bella, serena, tranquilla… Ho attraversato grandi e lunghi boschi… Sono rimasto perplesso della quantità di scoiattoli in giro… Che meraviglia contemplare i suoi movimenti elettrici, i suoi colori, ascoltare (incredibile) il suo linguaggio… Tappa da 10 e lodi.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Bienenbüttel – Ebstorf

Ieri, arrivato a Bienenbüttel sono stato accolto in una pensione. Ho avuto la sensazione di essere arrivato a casa dei nonni… È gestita d’un meraviglioso matrimonio ormai in pensione. Mi hanno proprio coccolato… Partire questa mattina è stata dura… Che belle persone… Devo confessare che dopo l’abbraccio di arrivederci i miei occhi si sono trovati con quelli di Frau Heidi e vedendo la sua emozione non ho potuto contenere delle lacrime … Non sono stato lacrime di dolore ma... Come tappa oggi, a differenza da ieri, non è stata un gran che. Di transizione, secondo me. Arrivato a al paese di Ebstorf mi sono trovato in difficoltà perché tre dei quattro posti per dormire erano chiusi per ferie … ed il quarto era un Hotel (87€ notte). Evidentemente non era il posto per me. Per fortuna la Provvidenza è apparsa nuovamente...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Ebstorf – Hösseringen

Arrivato ieri sera a Ebstorf sono riuscito a trovare posto in casa d’una famiglia… Quanto fortunato sono… Anche loro hanno smesso di accogliere pellegrini però hanno capito la mia difficoltà… Il papà e la mamma non parlavano neanche una parola di inglese ma non hanno avuti dei problemi per farmi capire che ero uno in più fra di loro… Il figlio maggiore (18 anni al massimo secondo me) mi ha lasciato una impronta nel mio cuore difficile di dimenticare… Ha fatto di interprete e creato una atmosfera meravigliosa… Bravo… Il papà ha fatto onore e cucinato la pasta con un ragù di maiale spettacolare. Dopo colazione (ho pagato 25€ ma anche era giustissimo pagare il doppio) ho ripreso cammino. Ho camminato tutto il giorno fra boschi… Meravigliosa tappa… Ogni tanto mi arrivava il profumo autunnale di funghi, umidità, vegetazione...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Hösseringen – Lachendorf

Forse questa notte scorsa è stata una delle notte che ho dormito di più in questo lungo e fantastico pellegrinaggio… La tappa da ieri è stata preziosa ma il percorso era condiviso con una pista forestale di cavalli… quindi ho fatto tanta fatica per andare avanti perché è stato un cammino “sabbioso” … Ero arrivato distrutto fisicamente ma il posto è semplicemente ottimo per riposare… Ho dormito 13 ore… Oggi è stata la nebbia protagonista… I primi i kilometri difficili perché non riuscivo a capire bene il percorso… Meno male che porto il GPS… Fondamentale in una tappa dal genere… La seconda parte molto carina perché il sole è apparso e sempre in pianura mi sono goduto del silenzio, del bosco, della natura… Serenità e pace si sono sposate…

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Lachendorf – Burgwedel Engensen

Anche oggi la nebbia è stata protagonista i primi kilometri… Il primo tratto mi ha ricordato tanto una tappa dal Cammino Francese in Spagna (da Carrión de Los Condes fino a Calzadilla de la Cueza)… Ho camminato nel nulla… 19 km in linea dritta senza neanche alberi… Questi tratti sono difficili di gestire emozionalmente per me… Invece la seconda parte della tappa è stata molto carina perché oggi, essendo domenica, mi sono trovato con tante persone in giro… Mi rendo conto che ormai sono tanto stanco… Sono felice ma non vedo l’ora di arrivare a casa.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Burgwedel Engensen – Hannover

Mamma mia che freddo questa mattina… Sono partito in direzione Hannover verso le ore 8. Volevo arrivare al più presto possibile per visitare con calma la città… 24 kilometri… La umidità ed il freddo sono stati protagonisti. Sono rimasto molto colpito sul fatto che arrivare a piede al centro di Hannover, grande città, si può fare attraverso boschi i giardini. Incredibile. Dopo visitare il centro ho cercato un posto “economico” per dormire… Impossibile. Minimo 65€ . Ciao Hannover. Alla prossima…

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Hannover – Hildesheim

La periferia di Hannover in direzione Hildesheim è incredibile. C’è un lago meraviglioso che ti permette di camminare sulla riva… Fantastico… Ho condiviso passeggiata con genitori con ed i suoi bimbi, pescatori, coppie di innamorati scattando fotografie, nonni presi delle mani passeggiando... Dopo un’ora ho trovato il posto perfetto. Una struttura molto simile ad un ostello di gioventù però dove solitamente vivono studenti. In Hannover studiano tanti ragazzi in “Erasmus”… purtroppo i suoi prezzi in centro sono folli quindi… È stato molto bello ed emozionante tornare a dormire in una camerata affollata, fare coda per cucinare, per fare la doccia… Come percorso la tappa è stata bella, nessuna difficoltà, neanche lunga (26 km circa) però il vento ha soffiato senza sosta… Arrivare a Hildesheim è stato un shock… Ma veramente esistono in Germania ancora delle bellissime città che possono emozionare così tanto???? Si.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Hildesheim – Diekholzen

Hildesheim è una de quelle città che quando arrivi sai di sicuro che tornerai. Mamma mia quanto patrimonio, quanta bellezza … La piazza del mercato, il Duomo, la Chiesa di San Michele, la Chiesa di San Andrea… Ho dedicato tutta la mattina a visitare la città. Verso mezzogiorno e mezzo ho ripreso cammino. Ancora il vento soffia con violenza… Dopo tre ore è iniziata anche la pioggia… Ho deciso fermarmi a Diekholzen, piccolo paeseto dove c’è un hotel. Non è economico per me(38€ +colazione) però ormai bisogna trovare posto per dormire…

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Diekholzen – Bad Gandersheim

Questa notte scorsa è stata di temporale. Lampi e pioggia molto abbondante mi hanno svegliato parecchie volte… comunque questa mattina mi sono sentito forte, riposato e con voglia di andare avanti. Oggi, guardando il profilo della tappa e valutando le possibili infrastrutture d’accoglienza ho deciso di fare “tappone” ed arrivare al paese di Bad Gandersheim. È stata dura. Tanta pioggia, tanto freddo… e tanto vento. Gli ultimi kilometri sono stati eterni… Dopo quasi 43 km sotto l’acqua sono arrivato quasi al limite delle mie forze. Non dimenticherò mai il sguardo d'incredulità della Signora della pensione quando sono arrivato… Perché tanto cammino ??? mi ha chiesto…

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Bad Gandersheim – Northeim

Oggi sono partito verso le ore 9 dopo una potente colazione. Ha piovuto per tutta giornata. Non troppo forte ma continua. È stata una tappa un po’ triste al mio viso. Il cielo sempre coperto, grigio, minacciando più acqua… Il percorso attraversava praticamente boschi. Dopo tanta pioggia negli ultimi giorni il terreno è diventato pesante… e pericoloso. Scivolare è molto facile e con un zaino pesante resta tantissima mobilità ed agilità. Arrivato a Northeim sono andato all’Ufficio di Turismo. La ragazza gentilissima ha chiamato al ostello di Gioventù e chiesto la possibilità di un posto. C’era una stanza individuale libera quindi perfetto. Avevo i miei dubbi perché solitamente sono pieni di ragazzi in gita scolastica. Invece questa volta è stato un santuario di pace.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Northeim – Gottingen

Oggi è domenica. Dopo una notte di riposo assoluto sono partito direzione Gottingen verso le ore 8’30. Non ha piovuto in tutta !a giornata ma… ho vissuto un momento molto difficile e doloroso. A un certo punto del percorso mi sono deviato del percorso senza rendermi conto. Guardando il GPS ho preso la decisione sbagliata di volere accorciare scendendo per un posto ripido. Sono scivolato e caduto. Purtroppo tutto il peso è andato sul mio ginocchio sinistro. Sono rimasto per terra un bel po’. Il dolore è la paura di tornare al incubo del male sul ginocchio mi hanno bloccato. Alla fine mi sono alzato e continuato. È stato una falsa allarma. Fino a Gottingen ho ringraziato non so quante volte al Signore. Il percorso molto bello ed il arrivo alla città anche. La Chiesa di San Giacomo, in centro, molto bella. Ho avuto la fortuna di assistere ad un concerto di organo. Bel finale.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Gottingen – Hogengandhern

Ieri sera ho dormito in una pensione di studenti. Sempre mi trovo bene e comodo in questi posti. Persone da tutto il mondo che condividono per un tempo determinato gioie e tristezze, essere lontani della famiglia, amici, cucina, camere, sala di studio… Alle ore 8 ho ripreso cammino. Due ore dopo è tornata la pioggia. Ancora… Oggi è stata una giornata molto pesante: freddo, pioggia ed un percorso che attraversava campi e campi continuamente senza la possibilità di prendere neanche un caffè. Veramente dura. Verso le ore 15’30 sono arrivato al paeseto di Hogengandhern bagnato fino alle ossi ed ho deciso fermarmi nella unica pensione che c’è. Oggi, 27 km sono sembrati una eternità. Comunque credo potere dire che sono una delle persone più felici sulla terra.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

  • Scritto da Francisco
  • Categoria: Pellegrinaggio 2015
  • Visite: 37343

Asbach - Würzburg

Un sognatore è colui che può trovare la sua strada al chiaro di luna...
e vedere l'alba prima del resto del mondo.

 

Asbasch – Eisenach

Questa notte scorsa ho dormito benissimo. Mi sono svegliato riposato e con voglia di andare avanti. La prima parte della tappa è stata difficile perché le due prime ore sono stato in salita, con una nebbia molto densa e con le dicesse molto pericolose ( molto fango e radici bagnate). Dopo il percorso è diventato quasi tutto pianura. Il arrivo a Eisenach si è fatto lungo e noioso. Il percorso finale è stato “bruttino” fra la autostrada, il treno… Eisenach mi è sembrata una città un po’ decadente… forse le mie aspettative erano troppo elevate… Ho trovato però un buon luogo per dormire. Pulito ed “economico”.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Eisenach – Vacha

Dopo una abbondante colazione ho ripreso cammino. Appena partito, la salita fino al castello di Wartburg è stata brutale. La pendenza è arrivata al 19% per quasi 1km… Giustamente lì mi sono trovato con una ragazza cinese che anche lei ha fatto fatica per arrivare in su. È stato un bel incontro ed arrivati in alto abbiamo bevuto un buon caffè… Nel castello si respira storia (Martin Lutero per esempio)… Dopo, quasi 12 km fra meravigliosi boschi. A un certo punto i boschi sono spariti ed ho camminato fra campi e campi… Oggi il vento soffiava forte quindi ho fatto un po’ di fatica... e finalmente la città di Vacha. È in questo paese dove mi collego con la Via Regia… e felicissimo di essere stato accolto in un albergo di pellegrini, scarsissimi in questa zona della Germania.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Vacha – Geisa

L’albergo di pellegrini, fantastico. Praticamente un appartamento. Ieri sera, appena istallato, sono andato ad un piccolo negozio e fatto spesa per cucinare… Si mangia caldo... Il freddo è l’umidità sono arrivati… L’autunno si fa sentire… Questa mattina riprendere cammino è stato un po’ traumatico. Mi trovo bene fisicamente ma stanco… Sotto le coperte, al caldo, in un posto perfetto, oggi avrei rimasto lì tutto il giorno… però il mio cammino prosegue… Verso le ore 9 sono partito questa mattina. Per prima volta dopo tanti mesi mi sono mesi i guanti. Mamma mia che freddo… La tappa è stata molto carina. I primi 4 km in salita ma non troppo esagerata e dopo … il nulla. Un pista ciclabile attraverso campi di cereali per circa 10 km e dopo boschi. Il terreno continua morbido e pericoloso ma è normale. Solitamente le notti sono molto umide … e siamo in autunno… Nel paese di Geisa sono stato accolto in una struttura della Caritas adatta per pellegrini. Pensavo che sarebbe un posto molto umile invece no. Le istallazioni sono molto moderne. Meglio. Comodità assoluta.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Geisa – Hünfeld

Oggi è domenica ed è cambiata l’ora. Non riesco a capire si il mio telefono lo fa automaticamente o devo farlo io. Comunque dopo prendere un buon caffè ho passato davanti alla Chiesa e la gente andava a Mesa quindi anch’io. È vero che in tedesco diventa per me difficilissimo di capire qualcosa ma dopo tanto tempo visitando e trovando Chiese Protestanti, pur essendo cristiani, mi fa molto felice. Anche oggi il percorso è stato attraversando grandi estensioni di cereali e patate. 1 ora dopo la partenza mi sono trovato con un Via Crucis magnifico, fatto tutto in ferro... Ma senza nessun dubbio il migliore è stato la accoglienza nel BonifatiusKloster di Hünfeld per frate Burkhard. Sono stato proprio coccolato. È un Monastero straordinario, ricostruito dopo la II Guerra Mondiale. Un bellissimo posto per finire la tappa.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Hünfeld – Fulda

Questa mattina, dopo dormire 11 ore mi sono svegliato carico. Superato il km 12.000 il mio fisico pur dormendo così tanto è molto stanco. Comunque resta poco per il arrivo a casa… La colazione insieme a frate Burkhard è stata molto carina. Il arrivederci molto sentito anche. Ci abbiamo scambiato un forte e sincero abbraccio guardato agli occhi e sorriso. Per me è stata una meravigliosa opportunità conoscere una persona così sensibile. Il percorso fino a Fulda bello, bello, bello. La tappa è stata piccolina (21 km) però arrivare a Fulda è un spettacolo… È una città straordinariamente bella. Anche qui gli effetti della II Guerra Mondiale avevano distrutto per completo la intera città ma è stata ricostruita in maniera molto simile a come era… Consapevole che c’era un Monastero Francescano ho chiesto accoglienza. Sono stati molto freddi. Posto caro per un pellegrino e neanche offerto un bicchierino di acqua, un caffè per la mattina… Io sicuro che non tornerò. Credo che i pellegrini in questo Monastero Francescano non sono benvenuti. Peccato...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Fulda – Thalau

Questa mattina mi sono svegliato molto presto. Fa una giornata primaverile. Prima di partire sono andato in centro per visitare il Dom, la Chiesa di San Michele, la Piazza del Comune… Molto bella la città di Fulda. La giornata fino a Thalau è stata fra boschi in silenzio. Ormai la montagna è molto vicina … Una tappa deliziosa… I colori dell’autunno sono spettacolari… Le prime salite sono andato con tantissima attenzione. Voglio capire come si trova il mio ginocchio sinistro… e devo essere molto attento anche alle discese… Terreno molto morbido, foglie secche e radici convertono qualche pezzo di cammino in una pista di pattinaggio. Arrivato a Thalau (paeseto molto piccolo) la guida segnala una unica pensione. Fantastica. Comodità assoluta, pulita, gente molto attenta, economica (26 euro) con la colazione… ed una mini cucina… quindi la cena è stata fatta proprio lì.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Thalau – Langenleiten

Oggi la tappa è stata durissima… e lunga. Ero consapevole che partivo da 320 m di altezza e arrivare al Monastero di Kreuzberg significava superare i 920 metri … quindi in 22 km c’era un dislivello di quasi 600 metri… ma quello che non mi aspettavo è che era chiuso il ostello fino al 2 dicembre… Il percorso proprio di un film di natura. Incredibile. Ma il problema è stato arrivare in su, nebbia è pioggia, e capire che non era possibile dormire… Una signora molto gentile mi ha fatto sapere che in un paese 7 km dopo lei conosceva un uomo che arrivava stanze a casa sua. Ho guardato il mio GPS e si trovava giusto nella traccia dal mio cammino… Provvidenza… La discesa è stata molto lunga e pericolosa. Troppo morbido il terreno ed ormai le mie scarpe sono così usate che scivolare e facilissimo senza dimenticare che il mio zaino supera i 12 kg di peso... Purtroppo la mia economia non mi permette un quinto paio di scarpe… quindi con calma e tanta attenzione sono arrivato al paese di Langenleiten quasi quasi al buio.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Langenleiten – Bad Kissingen

Ho dormito perfetto. Anche oggi quasi 10 ore. Alle ore 8 la proprietaria aveva lasciato preparata una colazione molto abbondante (affettati, marmellate, dove siete, caffè, spremuta di arancia… Mamma che buono tutto… Anche oggi è stata una tappa fredda ma senza pioggia. Quasi tutta in pianura. Ad un certo punto mi sono messo i guanti. Quando soffia l’aria fanno proprio male le mani. Quasi tutto il percorso è stato attraversando prati e campi di patate e carote. Arrivato alla città di Bad Kissingen sono stato accolto per la Parrocchia Cattolica che mette a disposizione dei pellegrini un mini appartamento totalmente adeguato (lavatrice, cucina, salotto di lettura, tv, riscaldamento, acqua calda…) per solamente 10€. Ho rimasto di pietra. Che felicità.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Bad Kissingen – Schweinfurt

Dopo ritornare le chiavi nel Ufficio Parrocchiale e salutare uno per uno a tutti ho ripreso cammino. Il freddo è presente. Non voglio neanche pensare come possono essere qui i mesi di gennaio o febbraio… Ufffff… La tappa è stata più o meno divisa in due tratti. Quello di prima fino al paese di Poppenhausen sono 19 km attraversando boschi molto belli … e la seconda da Poppenhausen fino a Schweinfurt che percorre 4 piccole frazioni e dove l’apostolo San Giacomo è presente in tutte le Chiese. Il luogo per dormire si trova nella periferia della città. È un ristorante vegetariano. Nel primo piano si trova il ristorante, nel secondo piano credo vivono i proprietari ed il terzo piano adeguato per pellegrini ciclisti, turisti… Molto funzionale i abbastanza pulito.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Schweinfurt – Binsbach

Notte di temporale… ed anche giorno di temporale. Oggi ha piovuto per tutta la giornata. Devo dire che è stata dura. Vento, pioggia, freddo… Una volta partito ho capito che aveva di camminare di seguito per provare ad arrivare al più presto possibile al paeseto di Binsbach. Con tutto il materiale d’acqua sopra o sudato tantissimo… Dopo 5 lunghissime ore sono arrivato. Il posto di accoglienza era chiuso e sono andato a bussare a la casa che si trovava di fronte. Lì ho avuto la immensa fortuna di conoscere Katia, una ragazza francese che vive insieme ad un gruppo di amici. Sono artisti. Lei si è preoccupata di preparare caffè e chiamare alle persone che gestiscono l'albergue. Appena qualche minuto dopo è arrivato Arno con un piatto di dolci fatti per sua moglie. Tutti tre siamo andati all’albergo e mi hanno spiegato come funziona tutto. Arno è andato veloce perché aveva degli impegni e Katia, dolce e gentile, mi ha fatto sapere che davanti a qualsiasi bisogno soltanto aveva di bussare. Gente meravigliosa.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Binsbach – Würzburg

Oggi è domenica e sono partito presto, verso le ore 8’30. Avrei voluto dare un abbraccio di cuore a Katia e ringraziarla per tutto ma mi è sembrato troppo presto. Comunque è stato un bel incontro. Grazie, Katia. Prima di riprendere cammino sono andato alla Chiesa (San Giacomo) e lì mi sono trovato con Arno. Anche lui sempre gentile, si ha preoccupato di chiamare alla Kappele di Würzburg per annunciare il mio arrivo… Gente incredibile... Ho camminato felice, oggi È stata una bella tappa senza grandi difficoltà è con arrivo in una città molto bella come è Würzburg, con il suo Castello imponente, il Dom di San Lilian, la Kappele di Santa Maria, il bellissimo ponte… Ormai il freddo non è notizia. È sempre presente … giusto anche. Siamo a novembre. Martedì prossimo, 8 novembre, farà 14 mesi della mia partenza da Czestochowa (Polonia). Superato i 12.000 km di cammino solamente posso guardare in alto e dire: GRAZIE, SIGNORE.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

  • Scritto da Francisco
  • Categoria: Pellegrinaggio 2015
  • Visite: 37654

Thorning - Preetz

La presenza umana mi da luce, sicuramente.
Perciò uno la guarda con desiderio...
e gli viene voglia di tornare a casa"

 

Thorning – Kragelund

Ieri, arrivato a Thorning ho avuto una bella sorpresa… C’erano due coppie della Danimarca che camminavano anche loro. È stata una bella serata dove abbiamo condiviso cena ed impressioni… Mi mancavano un po’ questi momenti… La partenza questa mattina è stata dura perché pioveva parecchio… Meno male che dopo un paio di ore il cielo si è aperto. Anche molto carina la tappa come percorso. Questi boschi danesi… pieni di vita (trovo animali di per tutto) mi fanno sentire anche a me “libero”. Arrivato a Kragelund sono andato al supermercato (pur essendo domenica aprono sempre) ed ho comprato della carne… Incredibilmente è più economico che comprare verdure...Nell’albergo da oggi c’è anche una meravigliosa cucina… ed ho una fame pazzesca quindi….

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Kragelund – Norvahed

Danimarca è un paese fantastico, straordinario… pieno di belli posti, buona gente… Oggi, il tempo è stato veramente ottimo per camminare… Temperatura perfetta, sole, silenzio… Mi sono fermato parecchie volte sotto di qualche albero, in un prato, accanto le mucche, in un area di picnic, in una Chiesa… Sono felice e cammino felice… Spensierato, sereno… Per una parte vorrei il tempo fermo… Arrivato a Norvahed ho deciso fermarmi un giorno… Appena arrivato ho capito che il mio desiderio era rimanere tranquillo in questo posto di pace, vicino e lontano contemporaneamente al tutto… Per sorpresa mia sono arrivati anche qui 3 persone che stanno camminando in senso contrario... Comunque abbiamo scambiato informazioni e cenato insieme... Molto bella...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Norvahed – Jelling

Dopo 1 giorno di riposo ho ripreso cammino. La tappa è stata lunga. La temperatura perfetta. Forse il terreno un po' troppo morbido però per il resto ottimo tutto. A metà di tappa mi sono fermato a mangiare un panino in un area di riposo creati nel proprio percorso. E lì è arrivata una signora anziana con il suo cane. Una roba che mi sorprende i mi piace tanto è che in Danimarca assolutamente tutti, da piccoli fino ad anziani, parlano inglese perfettamente... È stata una conversazione molto cara d'una mezza oreta. Dopo di salutarci ho ripreso cammino. È difficile trovare qualcuno nel percorso si non è weekend... Il secondo tratto ha stato attraverso campi bellissimi di cereali. Arrivato al'ostello mi sono trovato con un esercito di bambini... Ma le professoresse mi hanno fatto sapere che si trovavano in gita scolastica con i piccoli e verso le ore 17 partivano. Bello però osservare

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Jelling - Randbol

Verso le ore 9 sono partito dopo prendere 2 grandi caffè ... La temperatura per la notte si è abbassata tantissimo e non c'era riscaldamento... Invece dopo 1 oreta il sole a riscaldato il tutto... Che meravigliosa giornata... Il solito percorso fra boschi e campi... Mi sono fermato a vedere parecchie volte come lavorano i contadini con questi trattori giganti... Nella mia vita non gli aveva visto così grandi... Fa odore a terra girata, ancora umida, dove arrivano tanti e tanti uccelli a cercare cibo fresco... Fa odore a erba appena tagliata... Mi piace camminare fra i campi... Arrivato a Randbøl sono stato accolto per Gitte, una donna straordinaria che aveva conosciuto qualche settimana prima salendo verso Frederickshavn... Sin dal primo momento è stata carissima... Hanno insieme al suo compagno una tenuta enorme...È tempo di raccogliere patate... Hanno contrattato molti polacchi e bulgari e tutta la tenuta è piena di vita...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Randbol - Rodding

Dopo 3 giorni ho ripreso cammino. Mi sono sentito e mi hanno fatto sentire a casa. Tutto gentilezza ed amore. Dove avevo la stanza c'era anche una cucina comunitaria... Visto che il negozio più vicino si trovava a 7 km Tutte e Andreas mi hanno portato due volte. Ho conosciuto ad Andrea, figlio di loro, un bravo ragazzo... Anche bello è stato conoscere 3 polacchi che dormivano nella stanza di fronte a me. Loro sono da un paeseto molto vicino a Cracovia e lavorano li per 3 mesi... Quando finivano la giornata ci trovavamo nella casa e condiviso cene. Sono molto molto molto contento di questa esperienza. Tornerò di sicuro. La tappa fino a Rødding è stata serena. Ormai le notte sono fredde ed umide qui di camminare per la mattina vuole dire bagnare i piedi ... ma niente a dire. Arrivato ho avuto una bellissima sorpresa. Ieri a Randbøl aveva conosciuto a colazione ad Ilona, un bravissima ragazza tedesca che era arrivata la sera prima. Anche lei ha deciso restare un giorno in più quindi i prossimi giorni forse abbiamo la possibilità di camminare insieme...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Rodding - Sommersted

Ieri sera ho cenato con Ilona. Lei cammina fino alla città di Vojens (domani) e dopo rientra in Germania. Ha camminato qualche giorno da sola ed ormai si trova alla fine delle ferie. Io sono partito verso le ore 9. Lei mi ha raccontato che cammina piano, fermandosi parecchio... quindi siamo d'accordo di trovarci nel ostello a Sommersted e cenare insieme. La tappa è stata molto carina però il più bello è stato ritrovare a Borge Solkaer proprietario del ostello... ed alla sua cagnolina Grit... Salendo verso Frederickshavn mi ero fermato a dormire e non mi aveva lasciato pagare... neanche questa volta... Mi ha regalato delle melle, portato a casa sua per vedere delle fotografie... Bravissimo. Questa sera, insieme agli amici, aveva di andare ad un posto per vedere degli uccelli in migrazione... Sembra essere che sono così tanti che il sole, nel crepuscolo, diventa nero... Prima di partire ha lasciato la porta aperta da casa sua per si bisogno qualcosa e lui non c'è... Verso le ore 17 è arrivata Ilona molto stanca... Ho preparato un riso ed abbiamo cenato insieme raccontandoci le nostre giornate... Una cena bella, perfetta, geniale...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Sommersted - Vojens

Dopo un sentito abbraccione con Borge e avere salutato alla meravigliosa cagnolina Grit abbiamo partito insieme Ilona e me ma ... dopo 1 oreta avevamo ritmi diversi e sono andato avanti. Per quasi 3 ore sono camminato nel nulla. Arrivato alla città di Vojens mi sono fermato per fare spessa (il ostello si trova 8 km dopo)... Appena comprato mi sono trovato con Ilona che anche lei voleva fare spessa... quindi sono andato con lei per mostrarli il posto... Il pezzetto finale è stato molto gradevole condividerlo con lei. Purtroppo domani finisce il "nostro cammino" ... Lei torna a casa...Sono stati 3 giorni molto belli i gradevoli. Sono stato fortunato di conoscere una brava donna.

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Vojens - Kliplev

Questa mattina e dopo colazione i nostri cammini si sono separati. Ilona prende il treno e ritorna a casa. Peccato. Era bello arrivare all'albergo e preparare la cena per noi due, parlare delle nostre vite, sogni, pensieri, desideri... Sono convinto però che ci ritroveremo... La tappa è trascorsa molto tranquilla. Ormai oggi è l'ultimo giorno che dormo nella Danimarca. Domani attraversando il confine arrivo alla Germania. Oggi è stata una giornata diciamo nostalgica per me. Sono stato quasi 2 mesi in questa bella terra con questo bravo popolo. Non lo dimenticherò mai. Dopo la città di Rødekro ho camminato fino a Kliplev dove oggi dormo. Il ostello era pieno di camionisti di paesi dell'Est... Uno di loro parlava benissimo l'italiano quindi abbiamo condiviso una bella serata. Domani finisce parte di questo meraviglioso sogno...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Kliplev - Schleswig

Oggi ho attraversato il confine con Germania. Ciao, Danimarca... È stato un vero piacere. La giornata è stata fantastica con un bellissimo tempo. È stato molto divertente il fatto che proprio nel confine mi ha venuto a salutare un militare. Davanti alla mia sorpresa mi ha detto "Buen Camino ". Sono rimasto di pietra... e ridendo mi ha raccontato che anche lui è pellegrino a Santiago de Compostela... Arrivato alla città di Flensburg sono entrato accanto al fiordo. È una bella città però troppo cara al mio parere quindi ho deciso proseguire cammino fino arrivare alla periferia di Schleswig. Che bello è il Dom di Schleswig - Holstein... Un vero gioiello. Anche ho avuto una sorpresa molto bella. Mi sono trovato proprio in centro con una gelateria chiamata VENETO. Per curiosità ho chiesto si veramente erano veneti ma molto veloce, per l'accento, ho capito di sì: Da Conegliano (Tv). Che emozione... Ho dormito nell' Ostello di Gioventù: C'era una scuola in gita... Mamma mia che confusione...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Schleswig - Eckernförde

Questa mattina i ragazzi alle ore 6 erano pieni di vita... Urli, gare nel corridoio, porte battendo ovunque... Ho fatto subito il zaino, presso la colazione e ripartito... Ohlalà Oggi è stato un percorso fantastico. Tutta la giornata ho camminato accanto laghi, fiumi i fiordi. Straordinario il paesaggio trovato. La Natura non lascia mai di sorprendere. Per due volte ho avuto di prendere due barche per attraversare il fiume. In questa zona i ponti non esistono praticamente... Ci sono queste grandi navi che ogni 15 minuti ti passano di un posto a l'altro. Arrivato a Eckernförde mi hanno informato che l'Ostello di Gioventù è pieno (un'altra scuola) e la realtà più economica è stata affittare una camera ad un particolare. Senza pena ne gloria...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Eckernförde - Kiel

Anche la tappa da oggi è stata molto bella sia per quanto riguarda alle condizioni climatiche sia al proprio percorso... La sorpresa è stata arrivare fino quasi al centro della bella città di Kiel attraversando infinità di parchi, boschi i giardini. La città di Kiel è spettacolare. Ho dedicato tutto il pomeriggio a visitare il centro. Mo!to bello. Ormai i miei problemi nel ginocchio sinistro sono spariti ... pertanto una volta finite le tappe non ne ho il bisogno di essere a letto... Il posto dove oggi ho dormito... meglio non raccontare nulla...

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

Francisco Sancho

 

 

Kiel - Preetz

Oggi la tappa è iniziata con un graditissimo percorso accanto al fiume prezioso... È sono fiero dal mio ginocchio. È arrivato il momento della verità e risponde perfettamente. Questo ultimo mese ho avuto di dedicarmi al 100% alla sua guarigione... ed ha funzionato... Posso urlare ai quattro venti che ormai l'incubo è finito... A metà tappa il percorso ha cambiato i sono entrato in un territorio dove il protagonista erano grandi estensioni di fuorigioco senza neanche un albero. È lì ha iniziato la pioggia... Sono arrivato alla città di Preetz bagnato fino a!le ossa. Nell'ufficio di Turismo mi hanno trovato un B&B "economico". Che bella doccia e quanto ho dormito...