A+ A A-

  • Categoria: rassegna stampa
  • Scritto da Francisco
  • Visite: 12429

22 Marzo 2016

_________________________________________________________________________________________________

Musica lirica solidale a sostegno di Sancho e del cammino di fede.

Il pellegrino calidonense gira l'Europa toccando tutti i luoghi principali simbolo della Cristianità

 

Un cammino di fede per toccare i principali luoghi sacri della Cristianità ripercorrendo, nell'epoca digitale del "tutto a portata di click", gli antichi sentieri dei pellegrini. E' in viaggio da settembre e ha già percorso migliaia di chilometri il pellegrino moderno Francisco Sancho, spagnolo di nascita, vicentino e in particolare calidonense d'adozione ma, a tutti gli effetti cittadino del mondo. In questa ultima impresa si cimenta in un lunghissimo giro dell'Europa, circa 12 mila chilometri che, dallo scorso 8 Settembre, l'ha portato da Czestochowa, in Polonia, a Roma per l'apertura della Porta Santa.Prossima tappa Santiago De Compostela dove è diretto in questi giorni. E' già arrivato nei pressi della cittadina spagnola di Leon, come conferma l'amico ed ex Presidente della Pro loco di Caldogno, Massimo De Tomasi. "L'ho sentito di recente mi ha detto che sta andando tutto bene e che sta percorrendo un tratto di strada con alcuni ragazzi di Torino incontrati lungo il tragitto. Poi passando per la Francia, si dirigerà verso Norvegia, dove è atteso al Santuario di Sant'Olaf a Trondhein".

Un itinerario non facile. Sancho si è trovato a dover fare i conti con fame, freddo e fatica fisica. Per sostenerlo, gli amici storici hanno organizzato, per sabato 2 Aprile alle 20:45, al teatro Gioia di Caldogno, un concerto lirico di arie e duetti d'opera che vedrà sul palco il pianista Stefano Bettineschi, il tenore Cristiano Langaro, il baritono Pier Zordan e i soprani Paola Burato e Roberta Ingrassia. Il ricavato dei biglietti (€ 10 l'ingresso) sarà interamente destinato al "Pellegrino per sempre Sancho". oG.AR.Copyrigth