A+ A A-
  • Categoria: Pellegrinaggio 2015
  • Scritto da Francisco
  • Visite: 9026

Roma - Assisi

... Viaggia nella direzione delle tue paure...
(Anonimo)
 
Roma - Monterotondo
Sono passati 3 giorni dal nostro arrivo a Roma. L'accesso a San Pietro aveva provocato un mare di lacrime. Gioia di arrivare, di avere condiviso una esperienza meravigliosa, di essere lì, nel cuore del Cristianesimo, alle porte dell'inaugurazione del Giubileo, un gruppo di amici dove ogni uno di noi, con i suoi difetti e virtù, avevamo messo il "io" da parte per diventare "noi". Che belli giorni... Lunedì 7 dicembre abbiamo percorso le 7 chiese a Roma, una giornata molto intensa. Il 8 dicembre è stato fantastico. Accolti nel Spedalle della Provvidenza per Clara, una ospitalera torinese meravigliosa eravamo d'accordo di andare tutti i pellegrini (13 in totale) ed ospitaleri a San Pietro. La colazione... alle 5'30 della mattina e dopo tutti lì. Dopo 1 ora di aspettare l'apertura degli accessi siamo riusciti ad entrare e trovare posto in piazza... pronti per l'inaugurazione del Giubileo... La giornata è stata fredissima però i nostri cuori, tutti, battevano forti. Lacrime, sguardi di complicità, stretta di mani, occhi brillanti, amore... Non sono in grado di descrivere quello vissuto... ma non lo dimenticherò mai. Dopo, siamo andati a pranzare. Manca Claudio Guglielmi perché purtroppo ieri aveva di tornare a Vicenza però il suo spirito è con noi. Purtroppo, oggi tornano tutti a casa. È stato molto doloroso... però il cammino segue e so che loro sempre sono accanto a me. Questa mattina ho ripreso cammino verso Monterotondo. Tappa dura perché c'era tantissimo asfalto e mi hanno mancato i miei carissimi amici. Una giornata vissuta in maniera nostalgica...
 
     
Monterotondo - Poggio San Lorenzo
 
Ufffff... Che tappone... Questa mattina sono partito molto presto. Oggi ho vissuto la tappa in maniera serena. Ho ripreso il mio ritmo. Ormai è tornata la solitudine fisica come compagna di cammino... Ho pensato tanto a questi giorni condivisi e sono contento di come sono andati. Anzi ... è stato un vero piacere. Il primo tratto della tappa era tutto salita fra campi ed ulivi. Mi sono goduto la pace, il silenzio, la serenità, il buon tempo... purtroppo non ho calcolato bene i tempi ed è arrivato il buio prima dal mio arrivo a Poggio San Lorenzo. L'ultima ora è stata difficile e la salita finale veramente impegnativa. Arrivato sono stato accolto per il presidente della Pro loco che hanno a disposizione un ostello per pellegrini, molto funzionale e pulito. Bravi. La cena è stata fantastica. Nel bar accanto all'ostello mi hanno preparato pasta, pollo e contorni straordinari e tutto in quantità più che generosa ad un prezzo molto buono. Grazie veramente. Avevo proprio bisogno.
 
    
 
Poggio San Lorenzo - Santuario Fontecolombo
 
Ohlala che freddoooooooooooo... Verso le ore 8 ho iniziato la giornata. Il mio desiderio era arrivare al Santuario di Fontecolombo. Dopo la straordinaria cena da ieri ed una notte che ho dormito come un bambino le mie forze erano al 100%. È stata una tappa molto bella, con un continuo salire e scendere collinare molto gradevole. Ha fatto molto freddo però una volta arrivato il sole la giornata è diventata una delizia. Verso mezzogiorno sono arrivato a Rieti. Lì ho mangiato un panino e visitato la città. Molto carino il centro storico e persone veramente gentili. Verso le ore 15 sono partito verso il Santuario di Fontecolombo dove sono stato accolto da fra Francesco. Che ragazzo bravo... Gentile ed educato mi ha mostrato la stanza per pellegrini, mi ha proposto di partecipare alla messa insieme a loro e dopo offerto la cena. Oggi è stata una giornata molto bella, vissuta con serenità e finita in luogo meraviglioso. Ottimo.
 
     
 
Santuario Fontecolombo - Poggio Bustone
 
Questa mattina, prima di partire e dopo colazione insieme a Francesco abbiamo visitato il Monastero. La storia racconta che è stato proprio qui dove San Francesco ha scritto la Regola. Che meraviglioso posto. Dopo un abbraccio sincero con Francesco (lui è mendicante) sono partito in una mattina fredda, fredda, fredda. Dopo 2 ore ho raggiunto un'altro Monasterio. Quello di La Foresta. Ormai cammino proprio nella Valle Santa. La giornata è stata soleggiata ed il percorso molto bello, attraversando boschi di querce... Quanto bella è la natura. Dopo mangiare un po' di frutta ho ripreso cammino per arrivare a Poggio Bustone, luogo dove oggi mi fermo a dormire. Nel Monastero si San Giacomo sono stato accolto per D. Lorenzo. Al mio arrivo mi è sembrato un po' arrabbiato perché non ho avvisato dal mio arrivo... Dopo di scambiare qualche parola si è ammorbidito. Molto gentile mi ha informato degli orari delle messe (oggi al pomeriggio si fanno due) e mi ha offerto la cena. Il luogo è all'altezza de la sua storia. Buongiorno... buona gente...
 
     
Poggio Bustone - Piediluco
 
Dopo salutare D. Lorenzo (gentilissimo mi ha regalato una collana con una Tau) sono partito verso le ore 8 verso Piediluco. La temperatura è bassissima però il sole ha fatto dal meglio. La panoramica era meravigliosa perché dall'alto si contemplava un mare di nuvole e nebbia... Bello, bello, bello... Il percorso è stato uno dei più belli fino adesso. Attraverso i boschi, il silenzio solo era perturbato dal canto degli uccelli... Sembrava che cantavano a coro... Mucche e pecore pascolano ovunque... Che delizia... Oggi è stata una di quelle giornate che uno non vorrebbe vedere finire mai... Purtroppo l'ultimo pezzo dalla tappa ho avuto di camminare un po' in fredda perché avevo di arrivare prima delle ore 16. Oggi viene aperta la Porta Santa a Terni ed il parroco (mi accoglie lui) deve essere lì. Gentilissimo mi ha mostrato l'albergo per noi pellegrini ed indicato dove posso mangiare bene ed economico. Oggi è domenica e non ci sono tantissimi posti... L'ostello è accanto alla Chiesa e davanti al lago. Bellissimo Piediluco.
 
      
 
Piediluco - Arrone
 
Mamma mia che freddo e quanta nebbia oggi... Alle ore 8 provavo a camminare però mi sono perso 3 volte perché la nebbia è molto densa. Ho avuto di allungare la tappa un po' perché bisognava andare a Terni per prelevare in banca. Sinceramente non mi è sembrata una città bella però un po' dopo mi aspettavano le cascate delle Marmore... Pur avendo poca acqua sono bellissime... Da lì è percorrendo sempre un cammino accanto al fiume Nera sono arrivato ad Arrone, paese con un quartiere medievale da sogno. Dopo visitarlo con calma e consigliato dal mio amico Dario ho dormito in un B&B perfetto. 
 
    
 
Arrone - Spoleto
 
Questa mattina mi sono svegliato d'arrivo. La tappa e dura e lunga. Si parte per una pista sterrata sempre accanto al fiume Nera bellissima e tranquilla. Dono una oreta sono arrivato a Ferentillo dove ho presso caffè. Da lì fino a Ceselli ho messo 2 ore in più sempre in leggerissima salita. Da lì inizia un percorso delizioso però tremendamente duro (salita molto ripida) attraversando boschi di lecchi e querce che ti permette scavalcare la montagna ed arrivare a Spo!sto. Sono arrivato al buio e molto stanco. 2 signore mo!to carine, dopo chiedere informazione, mi hanno accompagnato fino al Monastero dei Capuccini dove sono stato accolto. Che bellissima sorpresa. Il luogo è diventata una comunità (forma parte di un proietto Europeo nato a settembre) dove ragazzi italiani che hanno avuto problemi di alcool, droga, delinquenza... si hanno messo in gioco per riprendere i suoi sbagliati cammini nella vita e dalla mano da fra Roberto hanno creato una famiglia. Sono 7 in totale con un programma diario molto denso con tantissima preghiera e compiti siano individuali che di gruppo (lavare, pulire, bucato, cucinare, orto, musicoterapia, sport...) È stato per me un onore ed un vero regalo condividere con loro questa giornata. Coraggio ragazzi... 
 
   
 
Spoleto - Poreta
 
Per la mattina la sveglia è suonata alle ore 6. Nel programma dei ragazzi primo di tutto Adorazione, dopo Lodi e messa. Abbiamo fatto colazione insieme. Che bello è stato. Erano tutti attenti ai miei bisogni... Francesco... un po' più di caffè? Francesco, vuoi della frutta, biscottini, acqua... per il cammino? Hai bisogno di pane, affettati? Guarda che noi abbiamo abbastanza... Mi sono emozionato. Dopo salutare 1 per 1 sono ripartito con il cuore felice e pieno di amore. Ho visitato il centro di Spoleto (straordinario) prima di riprendere cammino. Oggi mi sento stanco. Dopo camminare 4 ore ho deciso che per oggi aveva abbastanza. L'Umbria è meravigliosa e dura fisicamente. Arrivato al paese di Poreta ho chiesto nell'unico negozio informazione per essere accolto nella Pro loco. Dopo 2 ore di aspettare è apparso il Sig. Rocco e la sua sorella (vivono insieme in una grande casa). La Provvidenza in stato puro. Mi hanno portato a casa sua, sistemato una stanza ed offerto una cena buonissima fatta di minestrone, carne, frutta e dolce. E tutto questo senza volere niente a cambio... Grazie di cuore. Vi ricorderò per sempre...
 
   
 
Poreta - Trevi (5146-5174-5176-5182-5184)
 
Appena svegliato ho messo a posto la stanza, salutato al Sig. Rocco e sono partito lasciando un biglietto di ringraziamento insieme ad una Tua e una medaglietta della Madonna di Medjugore. Mi rendo conto che nel vero bisogno il "cammino" ti da quello che hai bisogno. È veramente quando il Signore ti affianca nelle difficoltà. Ho camminato tutta la giornata molto rilasciato. La giornata è stata fredda all'inizio però arrivato il sole è diventata deliziosa. Cielo azzurro, neanche un nuvolo, tanta luce... Dopo 5 ore di continuo salire e scendere sono arrivato a Trevi. Mi sono fermato per scrivere un po' in una piazzetta molto carina al sole e bevuto una spremuta di arancia. Hummmmm...
A Trevi c'è il Monastero di San Martino (francescano) dove ho deciso chiedere accoglienza. Mamma mia che fortuna... È un Monastero condiviso per frati Capuccini e sorelle Clarisse... Don Antonio, Don Gigi e fra Cornelio (messicano) mi hanno offerto una accoglienza perfetta. Solamente sono in 3 però bastano per riempire di autentico amore tutto il Monastero. Dopo accompagnarmi alla stanza, siamo andati a Vespri insieme alle sorelle... Che meraviglia... Cantano proprio come degli angeli... e mi hanno proposto cenare con loro perché oggi vengono a visitarli un gruppo di amici di Santa Maria degli Angeli. Volentieri...
 
   
 
Trevi - Spello
 
Ieri sera ho partecipato in una cena splendida. Eravamo in totale 14 (5 coppie + 3 frati + me). Ogni coppia ha portato di casa sua qualcosa e tutto è stato condiviso. È stata una cena molto carina con delle persone che si vogliono bene. Grazie di cuore a tutti. Questa mattina le Lodi e la messa sono state veramente meravigliose. Dopo colazione e salutare a tutti ho ripreso cammino. Sono felice. Questo pellegrinaggio mi sta apportando tantissime cose. Solo spero ed è il mio desiderio di potere condividere dopo tutte queste esperienze ed emozione con altri... La mattina è passata molto veloce.  Dopo 2 ore e mezza sono Arrivato a Foligno. Bella città. Anche molto bello il centro storico. Un panino con la mortadella, una birra fresca e un po' di uva è stato il mio pranzo. Da lì fino Spello altre 3 ore. Bellissimo paese. Oggi sono accolto nel Monastero Piccolo San Damiano (1'5 km nella periferia). È un Monastero che accoglie a suore e sorelle che sono stato missionarie per tutto il mondo parecchi anni ed ormai hanno tutte una età... Accoglienza molto carina in un posto di vera ed autentica pace.
 
      
Spello - Assisi
 
Dopo Lodi e messa ho ripreso il mio cammino... Oggi arrivavo ad Assisi... Le mie emozione erano tante. Per me Assisi è il posto nel mondo cristiano dove mi trovo meglio. La Tomba di San Francesco e parte della sua vita, La Porziuncola... Un luogo straordinario... Sin dalla partenza a Spello fino alla1 cima di Monte Subasio è una salita che ti lascia senza fiato... Dura, dura, dura... Arrivato alla cima e dopo fermarmi qualche minuto per ammirare il fantastico panorama e prendere forze, ho iniziato la dicesa arrivando primo a San Benedetto, dopo l'Eremo delle Carceri e finalmente... Assisi... Il pianto non si ha fatto sperare... Tanti km, tante sofferenze, tanta gioia, tanti incontri, tante esperienze vissute, tanti angeli custodi... Ho avuto il bisogno di fermarmi. Il pianto era incontenibile... Una signora, gentilissima, mi ha chiesto si stava bene... Certamente che si signora ho risposto... Sono una delle perso e più fortunate dal mondo ... Lei mi guardava come guarda una mamma al figlio quando vuole consolarlo... È stato bellissimo... Ho chiamato ai miei carissimi amici Massimo, Claudio e Stefano... Ragazzi... ce la abbiamo fatta... perché loro camminano insieme a me. Sono le mie gambe, la mia ombra, il mio fiato, il mio cuore... Mi sono goduto passo dopo passo l'arrivo fino alla Basilica. Passo dopo passo. Dopo sorpasare i cerchi si sicurezza delle forze dell'ordine (necessari ma inquietanti in Assisi) mi sono seduto e ho pregato. Ho pregato tanto. Dopo, sono sceso alla tomba di S. Francesco e lì nuovamente sono ripartite le mie emozioni... Il giorno che mi ero fermato a Trevi avevo conosciuto ad un matrimonio molto carino. Walter e la sua famiglia sono proprietari del albergo Moderno a Santa Maria degli Angeli dove sono stato accolto e ho avuto il piacere di cenare insieme a lui. Grazie di cuore, Walter. Il giorno dopo ancora con la pelle d'oca ma più sereno ho visitato con più calma Assisi. L' apertura della Porta Santa è stata la ciliegia a 2 giorni molto intensi.  Il secondo giorno sono stato accolto nell'Eremo della Trinità. Un posto paradisiaco nella periferia di Assisi dove Sor Carmelina, Sor Teresa.... mi hanno coccolato tutta la giornata. Che bella esperienza