A+ A A-
  • Categoria: Pellegrinaggio 2015
  • Scritto da Francisco
  • Visite: 9244

Paris - Saint Severin

... Un tulipano non combatte per impressionare nessuno.
Non combatte per essere diverso da una rosa.
Non ne ha bisogno. Perché è diverso.
E c'è spazio nel giardino per ogni fiore ...

 

Parigi - Ecouen

Il mio amico Jean Jacques (Saint Suivant) mi aveva informato che arrivato a Parigi poteva provare ad essere accolto per una amica sua: Madame Daniele. Che fortuna la mia... Ho conosciuto un vero angelo che ha aperto le porte di casa sua... e anche il cuore. I suoi 75 anni mi hanno convertito in figlio, nipote, amico, alunno, ospite... Una vera delizia... Sono stati 3 giorni meravigliosi a Parigi dove ho visitato una delle città più belle dal mondo... La partenza è stata dura, emotiva... Ciao Daniele... che Dio ti benedica. Uscire da Parigi è stata lunga... Tutto asfalto fino ad Ecouen... Tutto carissimo (Eurocopa di Calcio) quindi oggi dormo in un parco... sotto le stelle.

 

 

Ecouen - Senlis

Appena arrivato ieri sera al parco... si sono avvicinati un albanese ed un rumeno... Quando hanno saputo che vivo in Italia mi hanno "adottato"... È il "suo territorio" ed posso restare tranquillo con loro... Mamma mia... Devo dire che ho fatto fatica a prendere sogno. Verso le 5'30 della mattina mi sono svegliato. Il ragazzo rumeno non c'era... comunque la notte è stata tranquilla... ed il mio zaino vicino a me. Senza fare rumore ho ripreso cammino lasciando 10€ accanto l'albanese. Magari farà una buona colazione... La giornata è stata fredda e monotona. Il regalo è stato arrivare al bel paese di Senlis dove sono stato accolto per Don Lukasz.

 

 

Senlis - Compiegne

Ieri sera sono arrivato a Senlis verso le ore 5'30. Pur essendo un piccolo paese... c'è una Cattedrale. Dopo ho capito che è stato molto importante per la Francia nel medioevo. La messa è stata carina ed alla fine ho chiesto accoglienza a Don Lukasz. Mi hanno sorpreso 2 cose: Giovanissimo e tutto sensibilità. Infatti si ha scusato per non essere a cena (ospite a casa degli amici)... comunque per la mattina ha preparato una colazione fantastica. Bravo. Il cammino fino a Compiegne è stato difficile. Pioggia e terreno sabbioso non sono buoni compagni... La seconda parte della tappa (sempre piana) è stata però bella. Lunghissime piste forestali in silenzio assoluto... quasi tenebroso... Bello. A Compiegne sono stato accolto nell'albergo di pellegrini. Se non sbaglio credo che è l'ultimo in Francia...

 

 

Compiegne - Berlancourt

Tappa molto tranquilla quella da oggi. Sono partito verso le ore 8. Non ha piovuto ma la giornata è stata molto umida. Grandi percorsi in linea retta attraversando boschi ... e tantissime zanzare... Questi grandi sbalzi di temperatura fanno che i cammini siano infettati da insetti di tutte le varietà possibili ... comunque oggi mi ha piaciuto molto condividere tratti con delle persone a cavallo... Arrivato a destinazione sono stato accolto per Dominique i Roger, un matrimonio in pensione molto bravo... Lui cucina da 10...

 

 

Berlancourt - Saint Quentin

Dopo una gradevole colazione insieme a Dominique e Roger sono partito in direzione San Quentin. Bella è simpatica coppia. La giornata è stata un po' "pesantina". Un primo tratto in terra di nessuno... un secondo tratto attraversando frazioni solitarie... e per finire un terzo tratto accanto ad un canale... Arrivato a destinazione ho visitato la Basilica e dopo andato direttamente all'albergo di gioventù, luoghi dove oggi mi alloggio... Ancora un'altra volta la pioggia è arrivata... Mi sento stanco fisica e psicologicamente...

 

 

Saint Quentin - Maubege

Questa mattina, appena svegliato, il ginocchio sinistro mi ha fatto sapere che la cosa non va bene... È stata una notte di sofferenza... Sono preoccupato perché veramente è infiammato e mi fa proprio male... Provo difficoltà ad andare avanti ma... Il percorso da oggi è stato molto monotono. Ho attraversato campi e campi e più campi... Niente di bello. Forse è il dolore fisico che non mi permette vedere quanto bella è la vita. Sono arrivato a Maubege al limite delle mie forze. Oggi è stato l'ultimo giorno di cammino in Francia. Mi dispiace veramente perché mi sono trovato bene... comunque sempre avanti... Domani entro nel Belgio.

 

 

Maubege - Le Roeulx

Alle ore 8 mi sono messo in cammino. Ero curioso di arrivare al Belgio. Per me è stata la prima volta che camminavo iin questo Paese. Intanto quello che mi ha colpito tantissimo è la gentilezza delle persone. Sono state parecchie che incuriosite per il mio grande zaino mi hanno chiesto dove andavo... È stata una tappa lunghissima... Infatti sono arrivato quasi alle 7 della sera. Ho attraversato infinità di campi e percorso cammini pieni di ortiche... Credo che il percorso non è molto frequentato... Nella guida ho trovato una famiglia al paese di Le Roeulx che accoglie i pellegrini. Lui si chiama Philippe e lei Pascale. Non dimenticherò mai la sua accoglienza. Senza avere prenotato mi sono trovato in una riunione famigliare (era il compleanno da Martin, nipote da loro). Senza nessun tipo di pregiudizi mi hanno inserito come uno della famiglia (12 in totale) Ho percepito il concetto d'amore sin dal primo minuto. La cena è stata meravigliosa. Ancora mi vengono i brividi... Per la mattina, Madame Pascale è stata semplicemente meravigliosa. Quando ho preso il mio zaino per riprendere cammino non ho potuto evitare delle lacrime. Ciao, famiglia.

 

 

Le Roeulx - Feluy

Partire questa mattina è stata dura per me. Mi rendo conto quanto fortunato sono con questi regali che mi offre il cammino. Madame Pascale mi ha sorpreso tantissimo per la sua sensibilità, dolcezza, tenerezza, amore... È un vero e proprio angelo. Grazie, Signore, per darmi l'opportunità di conoscere persone così speciali. Comunque credo di stare vivendo un vero e proprio sogno. Neanche 3 ore dopo la mia partenza sono arrivato in una piccola frazione chiamata Feluy. Oggi è domenica. Nell'unico bar esistente mi sono fermato a prendere caffè verso mezzogiorno. E lì è accaduto ancora un fatto incredibile. Mi sono trovato con un gruppo di ragazzi che prendevano l'aperitivo. Incuriositi mi hanno chiesto sul mio percorso. A un certo punto uno di loro (Hughes) mi ha detto che per oggi bastava camminare: Ero ospite a casa sua. E infatti è stato così. Mi ha presentato a tutti i suoi amici ed abbiamo condiviso un pomeriggio/sera indimenticabile. Oggi anche ho avuto la conferma sul fatto che amare... e offrire il tutto senza aspettare nulla a cambio... Altruismo puro... Ormai siamo diventati amici per tutta la vita. Che meraviglia...

 

 

Feluy - Nivelles

Questa mattina e dopo fare colazione insieme a Hughes ci abbiamo abbracciato ... Credo abbia stato uno dei momenti più intensi e belli dal mio pellegrinaggio... A un certo punto i nostri sguardi si sono trovato ... e lacrime di emozione cadevano per le nostre guance. Che bella cosa. È difficile spiegare ...Quando sei lontano da tutto quello che ami, che conosci... quando arriva quel momento di vulnerabilità, di solitudine... lontano delle tue sicurezze... ecco... la Provvidenza. Ancora un'altra volta. Senza volere guardare indietro ho ripreso cammino... Attraversando un prezioso bosco per una pista ciclabile in meno di una ora e mezza sono arrivato a Nivelles... e anche qui ha successo un fatto incredibile... Appena arrivato alla meravigliosa città ho sentito una voce dietro di me che mi chiedeva... Sei pellegrino a Santiago??? Maria Cecile è il nome della ragazza che mi ha accolto a casa sua. Così. Facile. Semplice. Pellegrina anche lei a aperto le porte di casa sua, ha chiamato ai suoi amici e abbiamo condiviso un pomeriggio/sera favoloso. A letto, dopo ringraziare al nostro Signore tutti questi regali mi sono chiesto si è vero tutto questo che sto vivendo...

 

 

Nivelles - Namur

Ieri sera sono arrivato degli amici di Maria Cecile ed abbiamo condiviso una bella serata. Questa mattina e dopo colazione siamo andato insieme alla messa nella Collegiale. Li padre Bernard (lui è francese però vive a Roma solitamente) è stato carinissimo ed insieme a Madame Marie Luise mi hanno proposto una visita guidata nel interno. Come no... Un vero piacere... Dopo un sincero abbraccio con loro ho ripreso cammino verso Namur. Volevo passare prima per Bruxelles però credo che è meglio questo percorso. Il cammino oggi è stato duro. Pioggia, dopo tanto vento, più tardi sole... Comunque sono arrivato verso le ore 18 a Namur ed attraverso l'ufficio di Turismo accolto per Madame Anne Marie.

 

 

Namur - Andennes

Madame Anne Marie questa mattina ha preparato una colazione buonissima... ed anche mi ha fatto sapere che sono stato suo ospite... quindi non devo pagare nulla... È incredibile tutto questo che sto vivendo nel Belgio... Ero arrivato fisicamente in difficoltà e ormai i miei pensieri vano oltre... Provvidenza... Però devo essere sincero con i miei sentimenti ... Questo no è soltanto Provvidenza... Dietro c'è un popolo accogliente in maniera pazzesca... I miei dolori sono spariti davanti a tanto amore... La tappa fino Andennes è stata molto tranquilla... Praticamente il percorso viene fatto percorrendo vie ciclabili. Sono stato accolto per Madame Patrizia. Brava donna.

 

 

Andennes - Huy

Oggi è stata una tappa nella quale il percorso è stato fra campi... Niente di particolare... Tappa di transizione... Il mio ginocchio sinistro torna ad essere sofferente (molto gonfio)... Arrivato a Huy ho avuto un bellissimo incontro. Verso le ore 14, sono andato a mangiare in un Kebab e... fatalità... i ragazzi avevano vissuto 2 anni a Vicenza.... Bello... Io spagnolo, loro kurdi... e Vicenza il nostro referente... Incredibile.

 

 

Huy - Saint Severin

La partenza da Huy è stata veramente "infernale". La prima salita arriva al 19% di pendenza... Le gambe e ginocchi... piangono di dolore ... Ufffff...Che sofferenza...Mi trovo, come ieri, in un percorso monotono... Ormai da una settimana la pioggia è sparita però fisicamente sono distrutto... Ogni passo diventa una coltellata nel mio ginocchio sinistro... Forse è arrivato il momento di dire basta??? Sono arrivato al mio limite fisico??? Il Signore ha voluto guidare i miei passi fino a Saint Severin. Lì, Madame Lejardin ed Eric mi hanno accolto. Sono distrutto morto.

 

 

Il Blog del cammino 2014